in

aumento del rischio di diabete per settimane

Uno studio del Regno Unito stima che il rischio di sviluppare il diabete aumenta dell’80% durante un’infezione da coronavirus, riporta “The Guardian”.

Diabete e malattie cardiovascolari causate da Sars-CoV-2? Secondo il quotidiano britannico la guardia, uno studio scientifico britannico mostra che a una persona infetta da Covid-19 è più probabile che venga diagnosticato il diabete diverse settimane, o addirittura mesi in alcuni casi, dopo aver contratto il coronavirus. Nel dettaglio, i ricercatori stimano che ci sia un rischio sei volte maggiore di soffrire di malattie cardiache a causa del Covid-19 e un rischio aggiuntivo dell’80% di soffrire di diabete rispetto a una persona sana.

Questo aumento del rischio, sempre secondo lo stesso studio, ritornerebbe alla normalità dopo sette settimane per quanto riguarda: patologie cardiovascolari. Per il diabete, invece, il rischio rimane alto fino a sei mesi dopo l’infezione. “Si tratta davvero di medici consapevoli del potenziale aumento del rischio per i loro pazienti, e in particolare di come ridurre il rischio di diabete nei primi tre mesi dopo l’infezione attraverso un dieta ed esercizio fisico migliorati “Spiegate alle nostre colleghe inglesi Emma Rezel-Potts, epidemiologa che ha partecipato allo studio scientifico.

LEGGI ANCHE Covid, Segreti di Stato – Atto 3: La guerra finta

Covid e diabete: legami sempre più documentati

Allo stesso tempo, secondo lo specialista, questi rischi sarebbero più elevati che nella popolazione generale, principalmente perché i casi grandi […] leggi di più

VIDEO – Diario della Salute – Dott. Christian Recchia: “Il diabete di tipo 2 è un’epidemia che colpisce quasi 500 milioni di persone nel mondo”

Zelensky accusa Mosca di aver condotto una “guerra del gas aperta contro l’Europa unita” e chiede all’UE una “ritorsione”

Denitsa Ikonomova bandita da Ballando con le stelle: conferma e irrompe sul web, “straziante”!