in

Boeing torna ad Airbus in corsa per il controllo

Gli spettacoli aerei internazionali tornano a pieno regime. Se lo show di Dubai ha segnato la ripartenza a novembre 2021, quello del Farnborough che si concluderà domenica ne è una conferma. E attraverso questi spettacoli, la competizione Airbus-Boeing torna al centro della scena. Anche se i successi dei due concorrenti non passeranno alla storia, sarà comunque interessante da guardare.

Laddove Airbus aveva animato la pista di Dubai con 269 ordini fermi e 139 impegni in tre giorni, oltre al lancio commerciale del suo aereo cargo A350F, il produttore europeo era molto più discreto nell’ambito di Farnborough. Al contrario, Boeing, che ha dovuto accontentarsi delle briciole e aspettare fino all’ultimo giorno per salvarsi il soggiorno con un ordine di 72 737 MAX di medio raggio.

Airbus “offre la risposta” alla rilevanza del ramp-up, secondo Guillaume Faury

Boeing il grande animatore con il MAX

Nella Gran Bretagna rurale, invece, è la casa americana ad essere protagonista grazie al suo MAX, confermando ulteriormente il suo ritorno alla grazia. Dopo aver lanciato il suo salone perfettamente con un ordine da Delta Air Lines per 100 unità fisse del 737 MAX 10 (e 30 come opzioni), Boeing ha mantenuto alta la pressione nei giorni successivi. Ha disegnato un nuovo contratto con il fondo di investimento statunitense 777 Partners per 30 aeromobili fissi della famiglia MAX, 737 MAX 8 e 8-200, con opzioni per altri 36. E poiché è difficile immaginare uno spettacolo senza un ordine da un locatore, Aviation Capital Group si è impegnato a realizzare altri 12 Boeing 737 MAX 8.

Anche prima del 737 MAX, un ultimo bel contratto è stato firmato con Qatar Airways per 25 MAX 10. Questi velivoli sono in cantiere da alcuni mesi e sostituiranno principalmente l’A321 NEO cancellato da Airbus.

Boeing ha anche formalizzato un ordine con ANA per 20 unità fisse del 737 MAX 8 e 10 in opzione, ma il gruppo giapponese aveva già annunciato la conferma del contratto la scorsa settimana. E gli aerei erano già nel registro degli ordini.

Di fronte, il produttore europeo ha dovuto accontentarsi di 12 A220-300 per Delta Air Linesche diventa così il client principale del dispositivo, e 17 A321 NEO – comprese le unità A321 XLR a lungo raggio – per Latam Airlines. Il miglior risultato è stata la conferma del contratto con Easyjet per 56 aeromobili della Famiglia A320 NEO, ma si tratta di diritti di acquisto di un precedente ordine su cui la compagnia britannica comunicava da diverse settimane.

A Farnborough, Rolls-Royce, Pratt & Whitney e CFM alla ricerca del motore verde

Un paio di 787 da aggiungere al conto

Già dominante nel medio raggio, Boeing è riuscita a vendere anche alcuni voli a lungo raggio a Farnborough, nonostante il contesto ancora complicato per questo settore – senza contare i problemi di qualità che il costruttore deve affrontare sul 787 e la certificazione del 777X. Il più grande cliente del Dreamliner, la società di noleggio AerCap, ha ulteriormente rafforzato la sua posizione con cinque 787-9 aggiuntivi. Azerbaijan Airlines, da parte sua, ha accettato un memorandum d’intesa per quattro 787-8.

Anche la roccaforte della Boeing, il cargo, ha risposto con la scelta di Cargolux del 777-8F per sostituire il 747-400, ma soprattutto con jet passeggeri convertiti in aerei cargo. Il produttore ha effettuato un ordine da Aircompany Armenia e Georgian Airlines per tre 737-800BCF e dal locatore BBAM per nove prima di chiudere la serie con tre 767-300BCF fissi e uno come opzione per Saltchuk Aviation.

Alla fine, quindi, Boeing ha raccolto ben 172 aeromobili fissi e 70 opzioni e impegni, senza contare ANA, oltre a 15 aeromobili che sono stati convertiti a merci con opzione. Airbus si accontenta di 29 ordini, senza contare quelli di Easyjet.

Il produttore europeo può comunque trarre conforto dai 442 ordini lordi già registrati a fine giugno – in attesa della conferma di ordini giganti da società cinesi – rispetto a 286 per Boeing. La differenza è meno evidente se si considerano le cancellazioni, con 259 ordini netti per Airbus contro 205 per Boeing.