in

Compra un iPhone alla Fnac e torna a casa… con un pezzo di piastrella

“Non è normale, compro un iPhone e c’è una pietra dentro…” Fabien (il nome è cambiato) ha difficoltà a ingoiare quello che gli è successo martedì. Alla Fnac in Centro commerciale Parly 2, a Chesnay-Rocquencourt (Yvelines), acquista per la moglie un iPhone 13 del valore di 859 euro, approfittando di una promozione. Prima di uscire dal negozio, controlla che la scatola sia ben sigillata con due strisce adesive. A casa lo regala alla moglie, che all’inizio pensa che sia uno scherzo quando apre il pacco.

Una truffa sempre più diffusa

“Conteneva un pezzo di piastrella, con bordi arrotondati per assumere la forma di un iPhone”, dice. Ero in tutti i miei stati, chiedendomi se alla Fnac mi avrebbero creduto. Tornato al punto vendita, Fabien spiega il suo problema. Il dipendente lo prende sul serio e gli fa sapere che un ritorno diiPhone 13 successo quella stessa mattina. L’acquirente aveva pagato in contanti prima di chiedere il rimborso con il pretesto che la persona per cui aveva acquistato il telefono non lo desiderava più.

“Per quanto riguarda il peso della scatola, corrispondeva e c’erano sempre i francobolli”, continua Fabien. Non ci sono più controlli che sui resi. Anche una comunicazione interna alla Fnac era stata appena inviata ai team su questo tipo di eventi ricorrenti nei negozi di elettronica nell’Île-de-France. Secondo le nostre informazioni, questo evento ha avuto luogo per la prima volta in Parly 2, ma si dice che sia già stato avvistato in altri marchi e centri commerciali della regione.

Una denuncia presentata dalla Fnac

Da parte sua, mercoledì la dirigenza della Fnac ha sporto denuncia alla questura di Versailles. Mobilitare gli investigatori per intercettare l’autore in flagrante delitto. “Stiamo scoprendo il fenomeno e utilizzeremo i video delle telecamere di sorveglianza”, ha detto una fonte della polizia. Vedremo se riusciremo a stabilire collegamenti con altri eventi che hanno avuto luogo altrove. »

Dopo più di un’ora di attesa e controllo dei suoi documenti d’identità, Fabien ha finalmente ottenuto un nuovo iPhone da Fnac. Ma non è senza risentimento. “Ai loro occhi avevo l’impressione di essere un sospetto, conclude Fabien. Sto ancora aspettando un gesto commerciale per compensare il tempo perso. Quando testimonio, è per avvertire le persone di controllare i loro acquisti perché è davvero il sollevamento emotivo. »

le immagini di Mbappé e dei giocatori che si divertono sul tatami con Riner al tempio del judo di Tokyo

Ranil Wickremesinga, la “volpe” della politica eletto presidente