in

Conosci l’iponatriemia, questa grave complicanza del calore?

In gran parte fraintesa, l’iponatriemia corrisponde a una diminuzione della concentrazione di sodio nel sangue. fino a un certo punto a volte mortale. “Risulta da un’eccessiva assunzione di acqua rispetto al sodio (sale) o da un’eccessiva perdita di sale rispetto alla rimozione dell’acqua”, spiega il Dipartimento della Salute.

Quindi bevi molta acqua durante un’ondata di caldo, che è ovviamente consigliatopuò avere effetti avversi in alcune popolazioni a rischio.

L’iponatriemia colpisce principalmente anziani perché sudore è spesso alterato o addirittura assente da una certa età, ma anche pazienti con malattie croniche (insufficienza renale, insufficienza cardiaca, insufficienza epatica, insufficienza respiratoria, problemi endocrini – tiroide, diabete, ecc. -, tumori, disturbi neuropsichiatrici, ecc.) e pazienti che assumono determinati farmaci come diuretici e psicofarmaci.

Come prevenirlo?

Per le persone a rischio, è importante seguire alcune regole ogni giorno ad alte temperature:

– Non superare più di 1,5 litri di acqua al giorno oltre agli alimenti già ricchi di acqua. Questo non si applica alla popolazione generale che dovrà continuare a bere molto di più per evitare la disidratazione.

– Aggiusta il trattamenti farmacologicidopo aver consultato il medico o il farmacista.

– Accompagnare sicuramente l’assunzione di bevande con a dieta variadividere i pasti secondo necessità per mantenere un adeguato apporto di sale per l’organismo (pane, zuppe, ecc.).

– Fornire “sudorazione artificiale” (bagnando regolarmente la pelle e ventilarlo). Scopo: prevenire il surriscaldamento del corpo che mantiene la naturale traspirazione a 37°C. E questo senza consumare troppa acqua.

– Non uscire nelle ore più calde. Questo ti eviterà di dover bere ancora più acqua.

Sintomi e trattamento

In caso di astenia, nausea e vomito o edema in caso di insufficienza cardiaca ed epatica, è importante consultare rapidamente per ripristinare la natremia, ovvero il livello di sodio nel sangue.

Se si verificano sintomi neuropsichiatrici (letargia, confusione, convulsioni e coma), deve essere presa in considerazione una grave iponatriemia acuta. Questa è un’emergenza: chiamare il 15. “Il trattamento consiste nell’aumentare gradualmente il livello di sodio nel sangue utilizzando liquidi per via endovenosa e talvolta un diuretico », dice il manuale MSD.

Fonte : ministero responsabile della salute.

No Man’s Sky: Quando il gioco di esplorazione spaziale ti rende un architetto dell’universo

Florent Pagny alle prese con il cancro: un buon amico dà la sua notizia