in

cosa ricordare dal primo studio di Public Health France sul lungo Covid

Questo è il primo studio condotto da Public Health France (SPF) sull’argomento su un ampio campione della popolazione adulta generale. Mentre il paese affronta la settima ondata di Covid-19lpubblicazione dell’organizzazione, giovedì 21 luglio, i primi risultati dell’indagine “affetto post-covid”. Quest’ultimo è avvenuto online tra il 22 marzo e l’8 aprile 2022 da un campione rappresentativo di 27.537 persone.

Tuttavia, SPF avverte che i risultati di questo studio devono essere interpretati “con cautela” : “Questi risultati dovrebbero essere presi con cautela in quanto si basano su un gruppo di volontari”ha insistito venerdì mattina Laure Carcaillon, epidemiologa dell’SPF. La percentuale segnalata di persone infette da Sars-CoV-2 “è però paragonabile a quella stimata dai sistemi di monitoraggio”. Franceinfo fa un inventario di ciò che è necessario ricordare su questa ricerca.

Stanchezza, disturbi olfattivi… Sintomi di Covid prolungato

Lo studio SPF si basa sulla definizione di Covid lungo fondata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). L’istituzione delle Nazioni Unite ritiene che l’affetto “Di solito questo si verifica entro tre mesi dall’infezione, con sintomi ed effetti che durano per almeno due mesi. Nessun’altra diagnosi può spiegare i sintomi e gli effetti della malattia post-Covid-19”.

Per quanto riguarda i sintomi, sono elencati i più comunemente riportati sul sito dell’Alta Autorità sanitaria. Si parla di stanchezza, disturbi neurologici, cardio-toracici, dell’olfatto e del gusto, digestivi e cutanei, oltre al dolore. Ha senso, quindi, che pneumologi (16%), neurologi (11%) e infettiologi (5%) siano diventati gli specialisti più consultati dalle persone con Covid a lungo termine, secondo le conclusioni di Public Health France.

Più di 2 milioni di adulti colpiti in Francia

Il sondaggio mostra che il 4% degli intervistati dal pannello dei volontari adulti presentare i criteri per un lungo Covid. Tra gli intervistati avere avuto “infezione probabile o confermata” al Covid-19 c’è più di tre mesi, il tasso è aumentato al 30%. Maggiore è il tempo trascorso dall’ultimo contagio, minore è questa cifra: la prevalenza sale al 20% diciotto mesi dopo l’infezione.

Public Health France, che ha applicato questa stima della prevalenza all’intera popolazione, stima che 2,06 milioni di persone adulte soffrissero di un’epidemia di Covid prolungata all’inizio di aprile 2022 al momento dell’esecuzione dello studio.

Le donne, i lavoratori e i ricoverati in ospedale sono più colpiti

Questo studio fornisce anche informazioni sul profilo delle persone che da tempo sono affette da Covid. Tra le persone contagiate, la prevalenza è maggiore nelle donne (33,8%) e nei lavoratori (32,3%). Popolazione attivo include le persone con un lavoro e i disoccupati, secondo La definizione di INSEE.

Infine, la prevalenza è maggiore tra persone che hanno dichiarato di essere ricoverate in ospedale (38%). Sanità pubblica La Francia non ha identificato l’età come un fattore associato allo sviluppo di questa patologia.

Il MMG, “primo referente”

Di fronte a questi sintomi persistenti, i pazienti consultano prima il proprio medico di base. L’87% delle persone con malattia post-Covid-19 aveva consultato un medico di famiglia nell’anno precedente al sondaggio, rispetto al 79% dei partecipanti infetti da Sars-CoV-2 e al 79% dei partecipanti non infetti. “Questo professionista è quindi il primo punto di contatto per garantire la diagnosi e la corretta gestione della condizione post-Covid-19. Sembrano necessarie buone informazioni da parte sua sulla patologia e sui sistemi di gestione complementari.”, consiglia SPF. Va notato che quasi l’11% degli intervistati con Covid a lungo termine non ha cercato aiuto nei 12 mesi precedenti il ​​sondaggio.

È prevista una seconda indagine SPF, su un campione casuale della popolazione generale “alla fine dell’estate”. Dovrebbe fornire stime “più robusto” sull’uso delle cure, sulla salute mentale e sulla qualità della vita delle persone colpite da un Covid a lungo termine.

Mario Kart 8 Deluxe: i nuovi tracciati svelati da Nintendo?

Quattro denunce per punture e 1.900 piaghe registrate durante il festival