in

Covid-19 e mestruazioni: donne vaccinate che hanno osservato condizioni invitate a presentare domanda

Il Centro vaccinale Châteaubriant (Loire-Atlantique) accoglie le persone che vogliono essere vaccinate contro il Covid senza appuntamento, dalle 17:30 alle 18:30.
Molte donne riferiscono cambiamenti nei loro cicli mestruali dopo la vaccinazione. (©L’Éclaireur de Châteaubriant)

del regolamenti precoce o molto tardi, sanguinamenti copiosi, dolore insolitouna sindrome premestruale molto violenta… Fin dalla comparsa del primo Vaccini contro il covid e il lancio della campagna vaccinale, numero di donne ha riportato cambiamenti nel ciclo mestruale.

Secondo gli ultimi dati dei Centri Regionali di Farmacovigilanza (CRPV) al 28 aprile 2022 e approvato dall’Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari (ANSM), 9.381 casi di disturbi mestruali sono stati identificati a seguito della vaccinazione con Comirnaty di Pfizer-BioNTech e 1.557 con il vaccino Spikevax di Moderna.

E il numero delle testimonianze potrebbe ancora crescere. Da martedì 19 luglio 2022, l’ANSM invita le donne vaccinate (prima, seconda, terza dose o dose di richiamo) che hanno osservato condizioni durante il ciclo a spiegali.

Una piattaforma di reportistica online

Le donne in mestruazione con anomalie dalla vaccinazione Covid, come cambiamenti nella “frequenza e intensità del sanguinamento”, sanguinamento che si verifica tra i cicli (chiamato anche metrorragia) o dolore anomalo, sono invitate a informare le autorità sanitarie.

Possono anche consultare il proprio medico – che, se lo desidera, potrà svolgere “ulteriori indagini” – o a segnalare i loro problemi sul portale signalement.social.sante.gouv.frassociato al Ministero della Salute.

Segnalando effetti collaterali che non sono ancora noti, contribuisci alla conoscenza degli effetti collaterali.

ministero della Salute

Per aiutarti con la tua dichiarazione dei redditi, l’ANSM ha anche pubblicato online una guida dettagliata. Puoi trovarlo cliccando qui oppure visualizzalo o scaricalo qui sotto.

Video: attualmente su Actu

Visualizza o scarica il file.

Come faccio a segnalare?

Quando attraversi il portale di segnalazione, ecco fatto come funziona questa piattaforma? (ed è molto semplice). Nella homepage indichi se sei un privato o un professionista sanitario.

Questo ti dà accesso a quizspunta la situazione che più ti riguarda: se pensi che gli effetti collaterali siano dovuti a un farmaco/vaccino (compresi i vaccini anti-Covid), a un materiale o dispositivo medico, o infine a un medicinale veterinario.

Puoi anche compilare uno o più elementi se ritieni che siano tutti correlati all’effetto collaterale che vuoi segnalare.

Se hai completato questo breve questionario, la tua domanda sarà gestita da un esperto del Centro Regionale di Farmacovigilanza. Potrebbe essere necessario contattarti di nuovo per completare l’indagine.

Nessun collegamento ufficiale

Le testimonianze hanno continuato a fluire dal lancio dei vaccini anti-Covid: il primo è stato quello sviluppato da Pfizer-BioNTech e autorizzato il 21 dicembre.

Account speciali sono stati persino creati sui social network per identificare i possibili effetti collaterali dei vaccini sulle mestruazioni, come ad esempio @ouestmoncycle su Twitter (più di 15.000 iscritti).

Diversi studi da allora sembrano muoversi nella direzione degli effetti collaterali attribuibili alla vaccinazione. L’ultimo è stato eseguito dall’Università dell’Illinois presso la Washington University School of Medicinepubblicato il 15 luglio sulla rivista progresso scientifico.

Questo studio, basato sulle testimonianze di quasi 40.000 donne completamente vaccinate, stima che il 42% delle persone con mestruazioni ha avuto un’emorragia più pesante del normale dopo la vaccinazione.

Venti centri vaccinali saranno presto accessibili a Parigi per combattere la nuova ondata di Covid-19.
Molte donne riferiscono cambiamenti nei loro cicli mestruali dopo la prima, seconda o terza dose. (© Illustrazione / The Val-d’Oise Gazette)

Se le autorità sanitarie promettono di continuare a indagare sulla questione per il momento, nessun collegamento ufficiale è stato ancora stabilito tra vaccino e disturbi mestruali.

“Dati insufficienti

Il Comitato di farmacovigilanza dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA) è pertanto del parere: espresso in conclusioni il 10 giugno 2022che non è stata trovata alcuna associazione tra i vaccini a RNA messaggero e l’assenza di mestruazioni.

In genere, [le comité de pharmacovigilance] ha ritenuto che i dati disponibili non supportano il nesso di causalità e un aggiornamento delle informazioni sul prodotto per entrambi i vaccini.

Agenzia Europea dei Medicinali Emma

Stessa storia dal lato ANSM. In il suo ultimo punto era datato 19 luglio 2022l’agenzia osserva che ad oggi “i dati disponibili non consentono di descrivere il meccanismo dell’insorgenza di questi disturbi del ciclo mestruale”.

Sicuro i fogli illustrativi dei diversi vaccini autorizzato in Francia – Pfizer-BioNTech, AstraZeneca, Moderna, Janssen e ultimamente Novavax -, non vi è alcuna indicazione di possibili effetti collaterali sul ciclo mestruale. “Gli operatori sanitari hanno spiegato che in pratica hanno visto pochi casi gravi di disturbi mestruali e che erano difficili da analizzare perché spesso scarsamente documentati”, giustifica l’ANSM.

Nella loro esperienza, la maggior parte dei disturbi mestruali osservati erano generalmente lievi, di breve durata e autolimitanti.

Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitariANSM

In gioco il sistema immunitario

Multiplo ipotesi tuttavia, sono state avanzate dall’ANSM nel tentativo di spiegare queste distorsioni. Tra questi ci sono i reattogenicità (febbre, mal di testa, nausea, ecc.) causata dalla vaccinazione che “come durante un’infezione può influenzare gli ormoni coinvolti nel ciclo mestruale”, specifica l’autorità.

Infatti, come ci è stato spiegato in questo precedente articolo dott. Israel Nisand, Presidente del Collegio nazionale degli ostetrici-ginecologi francesiil ciclo mestruale femminile è governato sia dagli ormoni che dal sistema immunitario. Potenziare la nostra immunità con un vaccino può quindi influenzare il nostro sistema ormonale.

I cicli mestruali delle donne sono messi alla prova dal parto.
Potenziare la nostra immunità con un vaccino potrebbe quindi influenzare il nostro sistema ormonale. (©Illustrazione/AdobeStock)

Un’altra linea che è stata menzionata: disturbi causati dalla vaccinazione, ma anche: il contesto sanitario piuttosto terrificante.

Lo diranno tutte le donne: le regole si chiamano pessime! Non sono sempre regolari e possono essere influenzati da tutta una serie di cose, come il sonno o lo stress.

dott. Israele NisandPresidente del Collegio Nazionale degli Ostetrici-Ginecologi Francesi

Continua la campagna vaccinale

Tuttavia, gli studi continueranno, promettono le autorità sanitarie, parallelamente al proseguimento della vaccinazione.

Ora il governo è impegnato dose di richiamocon ingrandimento, da questo mercoledì 20 luglio, dalla seconda dose di richiamo a cinque milioni di persone. Ciò porta il numero totale di persone ammissibili a 17 milioni.

Questo articolo ti è stato utile? Sappi che puoi seguire Attu nello spazio Le mie notizie . In un click, dopo la registrazione, troverai tutte le novità delle tue città e dei tuoi brand preferiti.

Test randagio: amerai i gatti anche se non lo fai!

i suoi strazianti segreti sulla sua vita per strada quando ha “pregato”