in

Dormire meno di 7 ore può aumentare il rischio di sviluppare la malattia

Non possiamo mai dirlo abbastanza: dormire bene è fondamentale, ed è giusto che sia così. La mancanza di sonno potrebbe aumentare il rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer, secondo le conclusioni di un nuovo studio scientifico.

Sappiamo che dormire a sufficienza consente al corpo di recuperare fisicamente e mentalmente. Quello che è meno noto è che la mancanza di sonno potrebbe aumentare il rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer, secondo un nuovo studio pubblicato su comunicazione cerebrale e passato il Sole.

Per raggiungere questa conclusione, gli scienziati hanno analizzato il liquido cerebrospinale di 332 partecipanti e hanno scoperto che coloro che dormivano per meno di 7 ore avevano livelli elevati di proteina t-tau, un importante biomarcatore per misurare il rischio di Alzheimer. Per la ricercatrice Laura Stankeviciute della Fundación Pasqual Maragall, a Barcellona, ​​questo nuovo studio rafforza quindi l’ipotesi che i disturbi del sonno possano essere un fattore di rischio per il morbo di Alzheimer. Chiede “ulteriori ricerche” sui modi per migliorare il sonno per fermare questo processo.

VIDEO- Diario della salute – Dott. Christian Recchia: “Per prevenire l’Alzheimer ci sono cose che possiamo controllare, che possiamo fare”

conseguenze devastanti

La ricerca aveva già rivelato in passato gli effetti devastanti di una brutta notte sulla salute. In particolare, è stato dimostrato che la mancanza di sonno (dormire cinque ore o meno per notte) potrebbe esporre gli individui a un rischio maggiore di sviluppare varie malattie croniche come malattie cardiache, depressione, cancro o diabete.

Ricordiamo che il morbo di Alzheimer è una patologia neurodegenerativa che porta a una disfunzione delle connessioni tra i neuroni. Ogni anno in Francia vengono diagnosticati circa 225.000 nuovi casi. Sebbene la malattia di solito colpisca le persone anziane, può anche manifestarsi molto prima. Secondo i dati riportati dal Fondazione per la ricerca sull’AlzheimerSono 33.000 i pazienti, oggi di età inferiore ai 60 anni.

VIDEO- Parkinson, Alzheimer, epilessia: come riconoscere i primi segni

Questa abitudine aumenta il rischio di malattia di Alzheimer.

tutto su andropausa, menopausa negli uomini