in

ecco i 10 cibi che puoi mangiare per purificare il tuo fegato

Gelati, pasticcini, alcol… Una dieta troppo ricca di zuccheri e grassi provoca spesso dolori al fegato.

Una parte essenziale del sistema digestivo, il fegato è l’organo più grande del corpo. Ecco i dieci alimenti che dovresti mangiare ogni giorno per purificare ed energizzare questo organo vitale.

aglio

Anche se fa bene al cuore (ma dà l’alito cattivo), aiuta anche a rimuovere tutte le tossine dal corpo. L’aglio, che può essere consumato crudo, è ricco di selenio e allicina.

garlic_ok_5f57a59dcf114.jpg

© Shelley Pauls/Unsplash

L’avvocato

Da qualche anno l’avocado toast è lodato in tutte le mense salutari vegetariane e questo è un bene. L’avocado, infatti, è ricco di acidi grassi, che permettono al fegato di rigenerarsi dopo aperitivi troppo abbondanti o acquosi.

tè verde

Per “purificare” il fegato si consiglia di bere da una a tre tazze di tè verde evitandone un consumo eccessivo, che sarebbe dannoso per l’organismo. Questa bevanda ha proprietà drenanti che la rendono un alleato perfetto nell’ambito di una cura detox.

vee-o-hgo27g5tzj8-unsplash-1_5f57ab5338757.jpg

© Vee O/Unsplash

Il limone

Molti nutrizionisti consigliano di consumarlo al mattino, a stomaco vuoto appena alzati dal letto, sotto forma di succo, diluito o meno in poca acqua tiepida. Il limone aiuta nella produzione della bile, che aiuta a purificare il fegato.

Noccioline

Questa noce contiene glutatione e acidi grassi omega-3. Ecco perché incoraggiamo chiunque soffra di problemi al fegato e problemi di trasporto a mangiarne una manciata ogni giorno. Le noci possono eliminare parzialmente l’ammoniaca, che spesso è causa di alcune malattie.

noci-unsplash-1_ok_5f57a898aadaf.jpg

© Temi NordWood/Unsplash

Curcuma

Molto presente nella gastronomia indiana, questa spezia cura i disturbi del fegato e ha proprietà disintossicanti, grazie in particolare alla presenza della curcumina, potente antiossidante. Pochi grammi sparsi sui piatti aiutano a proteggere questo prezioso organo.

ok_prachi-palwe-yuimwavk7aq-unsplash-1_5f57a92be209e.jpg

© Prachi Palwe/Unsplash

ravanello nero

Originaria dell’Asia, questa radice nera dalla polpa bianca e spessa facilita la digestione e può essere consumata in insalata o succhi. Aumenta l’attività degli enzimi epatici.

Uva

Come molti agrumi, il pompelmo, ricco di vitamina C, è benefico per il corretto funzionamento del corpo e dei nostri organi. È consigliato nell’ambito di una dieta perché favorisce l’eliminazione dei grassi e depura il fegato.

anna-wlodarczyk-hgfnvluvj84-unsplash-1_ok__5f57aabd35757.jpg

© Anna Wlodarczyk/Unsplash

Spinaci

Popeye lo adora, i bambini molto meno. Tuttavia, gli spinaci, che contengono antiossidanti, preservano il fegato. Per ottenere i migliori risultati, mangiali cotti o cavolini di Bruxelles con broccoli e cosparsi di un po’ di rosmarino. La combinazione ideale per potenziare il corpo.

Barbabietola

La presenza di betacianina conferisce a questo alimento il suo colore rosa violaceo. Un bicchiere di succo di barbabietola per due settimane migliora la circolazione sanguigna ed elimina le tossine. Può essere consumato anche crudo (a pezzi o grattugiato) con le mele, ad esempio, o cotto sotto forma di purea.

ok_foodism360-jkmlbfrvi8w-unsplash-1_5f57a9fe075d3.jpg

© Foodism360/Unsplash

Influenza: “Devi vaccinarti subito”, avvertono gli assicuratori sanitari in previsione del picco epidemico

“Quando ho saputo del mio cancro, mi sono fidata del mio medico, gli ho affidato la mia vita”