in

Forte aumento dei casi, l’epidemia si preannuncia precoce

La Francia metropolitana è sempre più minacciata dal influenza stagionale, hanno riferito mercoledì le autorità sanitarie. La scorsa settimana è stata contrassegnata da un “aumento di il set di indicatori influenzali », sintetizzato in un rapporto settimanale dell’agenzia di sanità pubblica francese. Questa tendenza si è verificata in tutte le fasce d’età, ma è stata più evidente tra quelli di età inferiore ai 15 anni.

Nella Francia continentale, cinque regioni sono ora nella fase “pre-epidemica”: il Centre-Val-de-Loireloro Hauts de FranceL’Île-de-France e la Normandia si uniscono al Bretagna, sono in questa situazione da due settimane. L’epidemia è già stata dichiarata all’estero Martinica, Mayotte e Riunione. Se i virus influenzali circolano regolarmente in ottobre-novembre a L’incontroè “atipico” in questo periodo Indie occidentali e a Mayottaosserva Public Health France.

Il numero di consultazioni è aumentato di due terzi

In termini assoluti, il numero di casi è ancora basso nella Francia continentale ed è improbabile che il sistema sanitario incontri subito difficoltà. Ma la loro crescita è forte: le visite per malattie simil-influenzali sono aumentate di due terzi rispetto alla settimana precedente e le visite al pronto soccorso per influenza o sintomi simil-influenzali del 39%.

È probabile che ciò scateni l’epidemia in un momento precedente rispetto a quanto generalmente osservato negli anni precedenti. In particolare, l’epidemia di influenza stagionale scoppierebbe molto prima rispetto al 2021/2022, quando si rivelò particolarmente tardiva.

Tuttavia, il sistema sanitario sta già affrontando un’epidemia di bronchiolite infantile, su una scala senza precedenti da molti anni, e la continua pressione del Covid-19, per cui negli ultimi giorni sono aumentati i ricoveri. Ricordiamo che da un mese è iniziata la campagna di vaccinazione antinfluenzale, che riguarda principalmente gli over 65. Ma lei non se ne va. I principali sindacati dei farmacisti hanno avvertito questa settimana di un forte rallentamento rispetto allo scorso anno.

Tuttavia, secondo uno studio, questa abitudine apparentemente innocua aumenta l’ansia e i disturbi depressivi

Quali sono i batteri più letali?