in

I 5 migliori pesci sani che puoi mangiare con sicurezza

Il pesce è una vera fonte di proteine ​​magre e sane. Mentre i pesci grassi, come il salmone, il tonno, le sardine e lo sgombro, forniscono acidi grassi omega-3 sani per cuore e cervello, di cui probabilmente hai sentito parlare.

Ma c’è anche l’attenzione per l’ambiente e la scelta di prodotti ittici sostenibili. Se ti trovi spesso davanti al banco del pesce, un po’ perplesso: cosa fa bene a me e all’ambiente? Abbiamo svolto alcune ricerche per selezionare il pesce più sano da mangiare in termini di sostenibilità, contenuto di mercurio e valore nutrizionale. Ma prima, menzioniamo i benefici per la salute derivanti dal consumo di pesce.

Gli immensi benefici per la salute del pesce.

La ricerca suggerisce che il consumo regolare di pesce può ridurre il rischio di diverse malattie e condizioni. Ecco alcuni risultati di esempio:

Asma : I bambini che mangiano pesce hanno meno probabilità di sviluppare l’asma.

Cervello : Il pesce ricco di acidi grassi omega-3 può sostenere il tessuto cerebrale sano.

Malattie cardiache e vascolari : Consumare almeno due porzioni di pesce alla settimana riduce il rischio di malattie cardiache e ictus. Riduce la formazione di coaguli di sangue e l’infiammazione, migliora l’elasticità dei vasi sanguigni, diminuisce la pressione sanguigna e i trigliceridi nel sangue e infine aumenta il colesterolo “buono”.

Demenza : Le persone anziane che mangiano pesce almeno una volta alla settimana possono avere un minor rischio di sviluppare la demenza, compreso il morbo di Alzheimer.

diabete mellito : Il pesce può aiutare le persone con diabete a controllare i livelli di zucchero nel sangue.

Visione : Le donne che allattano e mangiano pesce vedono meglio, forse grazie agli acidi grassi omega-3. Mangiare pesce due o più volte alla settimana è stato associato a un ridotto rischio di degenerazione maculare senile.

Condizioni infiammatorie : Il consumo regolare di pesce può alleviare i sintomi dell’artrite reumatoide, della psoriasi e delle malattie autoimmuni.

Nascita prematura : Mangiare pesce durante la gravidanza può aiutare a ridurre il rischio di parto pretermine.

Foto gratuita

I 5 pesci più sani da mangiare.

  1. Sgombro atlantico.

Questa specie a crescita rapida significa che può facilmente ripopolarsi e sopportare grandi volumi di pesce. Gli attrezzi da pesca utilizzati per catturare la specie di sgombro sono efficienti ed è improbabile che causino una grave distruzione dell’habitat. Questo è un altro motivo per cui questo pesce è una scelta rispettosa dell’oceano. Questo pesce audace è ricco di acidi grassi omega-3 salutari per il cuore, una buona fonte di proteine ​​(20 grammi per un filetto da 80 g) e si abbina bene a condimenti audaci.

  1. Salmone selvaggio (anche in scatola).

Il salmone selvatico è povero di contaminanti, in particolare piombo e mercurio. L’acquisto di salmone in scatola è anche un modo più economico per incorporare questo pesce sano nella tua dieta. Il salmone in scatola non è solo un’ottima fonte di acidi grassi omega-3, ma è anche una delle migliori fonti di calcio non caseario. Una porzione da 80 g copre il 18% del fabbisogno giornaliero. Il salmone selvatico in scatola è solitamente salmone rosso o rosa. Ma dovresti controllare l’etichetta per essere sicuro.

  1. Sardine selvatiche (anche in scatola).

La sardina piccola ed economica è un superfood in molte liste. Contiene quasi 1.200 mg di acidi grassi omega-3 per porzione ed è uno dei pochi alimenti naturalmente ricchi di vitamina D. Le sardine appartengono alla stessa famiglia di molti pesci come aringhe e spratti. Inoltre, è considerato uno dei pochi alimenti naturalmente molto ricchi di calcio. Con il 33% dell’assunzione giornaliera richiesta per porzione.

  1. Trota iridea (e alcuni tipi di laghi).

La trota è appena dietro il salmone rosa in scatola quando si tratta di contenuto di omega-3. È una buona fonte di potassio, selenio e vitamina B6. Mentre fornisce più di un giorno di vitamina B12. La trota di lago è un’ottima alternativa se proviene dai posti giusti.

  1. Aringa.

L’aringa è un alimento base della dieta nordica per un motivo. Il contenuto di omega-3 è superiore a quello di sardine, trote e sgombri. È anche un’ottima fonte di vitamina D e selenio. Di solito troverai aringhe in scatola, in salamoia o affumicate nei menu dei ristoranti, ma possono anche essere consumate fresche.

Foto gratuita

Conclusione :

Può essere difficile determinare quali pesci sono i più sani per te e per l’ambiente. Per renderti le cose un po’ più facili, abbiamo elencato questi primi 5 pesci sani per te e per l’ambiente. Seguendo questo elenco, puoi goderti il ​​tuo piatto di pesce sapendo che stai facendo la tua parte per proteggere il nostro pianeta.

* Presse Santé si impegna a trasferire le conoscenze sulla salute in un linguaggio accessibile a tutti. In NESSUN CASO le informazioni fornite devono sostituire la consulenza di un operatore sanitario.

i segni che puoi riconoscere

Colesterolo, glicemia a digiuno… Il miele aiuterebbe a ridurli