in

i parenti di Charlotte Valandrey al curry “l’impostore” Yann Moix

Charlotte Valandrey e Yann Moix. AFP / VALERY HACHE / Reporter/ABACA / Reporter

“Quando stava lavorando in televisione sabato sera, l’editorialista non ha mai richiamato da Charlotte”, si legge in questo feroce messaggio sull’account Instagram dell’attrice.

L’attrice Charlotte Valandrey, che ha reso pubblico il suo stato di sieropositività in un libro pubblicato nel 2005, è morta mercoledì 13 luglio all’età di 53 anni. Sarà per sempre Nadia, laaccattivante risveglio adolescenziale nel film bacio rosso pubblicato nel 1985. Quando fu annunciata la sua morte, Yann Moix, in un testo pubblicato in Partita di Parigirendere omaggio a colui che descrive come “sorella”. “Merita così tanto di riposare. La morte non lo merita. Tutto è piatto senza di te. Un grande vuoto che divora le mie giornate”scrive soprattutto quello che dice di aver avuto una storia d’amore con l’attrice di domani è nostro.

Ma il tono e le parole del romanziere non erano di gusto degli autori di un messaggio firmato”la tua famiglia“, pubblicato sull’account Instagram di Charlotte Valandrey. Vuole dire “la verità”. “Nessuno dei vicini è consapevole di questa complicità (…) Quello che sappiamo è un breve riavvicinamento senza una storia d’amore quando erano giovani, ma soprattutto poco dopo.“, possiamo leggere lì. Quello che segue è ancora più devastante:Mentre lavorava in televisione sabato sera, l’editorialista non ha mai risposto alle chiamate di Charlotte che aveva bisogno di lui.»

Più lontano : “L’ingannatore si permette di lasciarla parlare con parole a lei così estranee. Charlotte non era “una professionista morente” per nessuno. Lei incarnava esattamente l’opposto. Anche la produzione spudorata è illimitata.Gli autori fanno riferimento a questi commenti, trascritti o inventati, in Partita di Parigi : “Il mio lavoro? Morire professionalmente. Sono passati vent’anni da quando ho rilasciato la mia ultima intervista. E quando torno in vita i giornalisti sembrano delusi. È il dolore, con me, che mi interessa. (…) Trascorro la mia vita vanificando le scommesse, vanificando le previsioni, ritardando il mio necrologio. Sai una cosa? Questi becchini mi tengono in vita.”


VEDI ANCHE – Charlotte Valandrey sieropositiva, la sua toccante riservatezza sull’AIDS (video)

L’Unione Europea approva il vaccino Imvanex

Mukiele si impegna per 5 anni nel PSG