in

i pericoli dell’abuso di antibiotici

L'uso di antibiotici è ricominciato con l'aumento in Francia nel 2021, soprattutto nei bambini sotto i 4 anni.

L’uso di antibiotici sarà nuovamente in aumento in Francia nel 2021, soprattutto tra i bambini sotto i 4 anni.

I francesi consumano ancora troppi antibiotici, avverte un rapporto di Public Health France. Il rischio di un uso improprio è quello di creare resistenza ai batteri, causa di oltre 5.500 decessi all’anno.

L’abuso di antibiotici è pericoloso per la salute. Il consumo eccessivo o improprio di questi farmaci promuove la resistenza agli antibiotici, responsabile di 5.543 morti all’anno in Francia, secondo una investigazione del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. In occasione della Settimana mondiale per il corretto uso degli antibiotici, che si svolgerà dal 18 al 24 novembre, Public Health France, il Ministero della Salute e della Prevenzione e dell’Assicurazione Sanitaria lanciano una campagna di prevenzione “Antibiotici: prendersi cura di sé, è prima di tutto usarli correttamente”.

Bronchite, laringite, mal di gola, influenza… Facciamo il punto sull’utilità degli antibiotici con la dott.ssa Anne Berger-Carbonne, microbiologa e responsabile dell’Unità per le infezioni sanitarie e la resistenza agli antibiotici della sanità pubblica francese.

Antibiotici, efficaci contro le malattie batteriche

Gli antibiotici agiscono impedendo ai batteri di crescere o uccidendoli. Esistono diverse famiglie (penicilline, chinoloni, macrolidi, ecc.) e ognuna di esse è efficace solo contro uno specifico batterio o famiglia di batteri. Possono quindi essere oggetto di prescrizione medica contro malattie di origine batterica, quali:

  • cistite

  • Polmonite batterica

  • Angina batterica

  • meningite batterica

  • Bollire o ascesso

  • Pielonefrite acuta

Per limitare il fenomeno della resistenza agli antibiotici, “la durata del trattamento deve essere scrupolosamente rispettata”, sottolinea la dottoressa Anne Berger-Carbonne. . Anche se i sintomi sono simili.”

Antibiotici, inutili contro le infezioni virali

Gli antibiotici, invece, non hanno alcun effetto sulle infezioni causate da un virus come:

Secondo un report da Public Health France, pubblicato il 2 novembre, quasi un francese su due pensa che sia consigliabile assumere antibiotici per il mal di gola e che gli antibiotici possano aiutarti a rimetterti in piedi più velocemente. Tuttavia, l’80% dell’angina pectoris è virale e gli antibiotici non funzionano su sintomi come tosse, febbre o mal di testa. “L’uso di antibiotici non ti fa recuperare più velocemente da un’infezione virale, che guarisce naturalmente in una o due settimane, specifica la dottoressa Anne Berger-Carbonne. Se hai un’infezione dell’ORL, ti riposi a casa e prendiamo antipiretici (ad es. paracetamolo, ndr) contro la febbre, per esempio.

“La resistenza agli antibiotici potrebbe diventare una delle principali cause di morte nel mondo”

Nel suo rapporto, Public Health France è preoccupata per l’aumento delle prescrizioni di antibiotici nel 2021, in particolare tra i bambini da 0 a 4 anni, dopo un calo osservato nel 2020. “In Francia quest’anno sono stati prescritti circa 700 antibiotici ogni 1.000 abitanti, esclusi i ricoveri”, sottolinea il medico.

L’uso improprio o scorretto ha contribuito allo sviluppo e alla diffusione di batteri resistenti agli antibiotici, noti anche come resistenza agli antibiotici. Si verifica quando un batterio sviluppa meccanismi di difesa che riducono o annullano l’efficacia degli antibiotici. “Se l’abuso di antibiotici non viene fermato, la resistenza agli antibiotici potrebbe diventare una delle principali cause di morte in tutto il mondo”. Nota il Ministero della Salute. Secondo uno studio del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, questa resistenza provoca ogni anno in Francia quasi 5.500 morti.

“La resistenza agli antibiotici può portare a complicazioni dovute a infezioni batteriche che in precedenza erano facili da trattare, malattie più lunghe e più difficili da curare e l’uso di farmaci più potenti per ottenere il trattamento”, spiega il dott. Berger-Carbonne. La resistenza agli antibiotici può anche portare ad un aumento dei rischi durante l’intervento chirurgico in caso di resistenza agli antibiotici.

VIDEO – Resistenza agli antibiotici: un fenomeno che uccide più persone dell’Aids e della malaria

Contrarre il Covid-19 più volte aumenta il rischio di gravi complicanze

Infertilità, un “grande problema di salute pubblica” trascurato dal governo