in

i più ricchi hanno beneficiato dello sconto di 18 centesimi più dei più poveri

I francesi più ricchi sono quelli che consumano più carburante e quindi beneficiano di più dello sconto in quantità assoluta sui prezzi del carburante introdotti dal governo.

Articolo scritto da

pubblicato

Aggiornare

Momento della lettura : 1 minuto.

Il taglio di 18 centesimi di euro sui prezzi del carburante andrà a beneficio delle famiglie più abbienti in termini assoluti, stima il Council for Economic Analysis (CAE) in un’indagine (link pdf) pubblicato giovedì 21 luglio. Questa misura di punta del governo per mitigare l’impatto dell’inflazione sulle famiglie deve essere ampliata e potrebbe passare da 18 a 30 centesimi per litro di sconto, secondo le discussioni in corso in Assemblea.

“La prima osservazione che si può fare sul risparmio di carburante è che i più ricchi consumano di più”, promuove l’organo posto presso il Presidente del Consiglio e incaricato di facilitare le scelte economiche dell’esecutivo. Ad esempio, il 10% dei francesi con i redditi più alti ha consumato più di 200 euro di benzina nel giugno 2022, rispetto a poco più di 100 euro del 10% con i redditi più bassi.

Da un punto di vista meccanico, le persone più ricche beneficiano quindi del doppio della misura. Il sussidio governativo per il carburante fino a 18 centesimi al litro lo è“circa 18,5 euro” più di un mese per le famiglie più ricche, quelle dell’ultimo decile, cioè il 10% più ricco. Al contrario, erano 9,5 euro per quelli nel primo decile. “Quindi questi dati confermano l’intuizione che il taglio di 18 centesimi sul prezzo alla pompa sia regressivo”concludono gli autori dello studio.

Nonostante l’inflazione di quasi il 6% su un anno a giugno, il CAE “non vede un aumento” delle famiglie a basso reddito con saldo di conto corrente negativo. “La gente stringe la cinghia, sta attenta al conto in banca per non essere in rosso”, ha detto Philippe Martin all’AFP. Tuttavia, nessun articolo di consumo (tempo libero, cibo, ecc.) è soggetto a: “caduta molto chiara” dal punto di vista dei costi, aggiunge. I francesi più umili sembrano tagliare un po’ gli angoli in ognuna di queste posizioni.

Irriconoscibile Georges-Alain Jones: l’ex Star Academy è cambiata molto

Mega-incendi, fenomeni che si moltiplicheranno sotto l’influenza dei cambiamenti climatici