in

I ricercatori hanno scoperto come il virus riesce a raggiungere il cervello

La presenza di COVID-19 a volte sarebbe stato osservato nel cervello di alcuni pazienti. Tuttavia, come riportato dai nostri colleghi di nuovo scienziato“Il recettore ACE2, che il virus usa normalmente per entrare nelle cellule, è appena rilevabile nel cervello, a differenza delle cellule che rivestono naso, bocca e polmoni”. Il ricercatori ha quindi studiato come SARS-CoV-2 è riuscito a migrare nel cervello.

Una squadra diIstituto Pastore forse qualche indizio per rispondere a questa domanda. secondo un studiaa cura di Chiara Zurzolo e pubblicato mercoledì sulla rivista progresso scientificoil virus costruirebbe piccoli tunnel attraverso i quali potrebbe facilmente viaggiare dal naso al cervello.

Un farmaco per bloccare questo processo

Per fare ciò, gli scienziati hanno posizionato cellule cerebrali umane e cellule che rivestono principalmente il naso. Mentre le cellule cerebrali, senza i recettori ACE2, non avrebbero dovuto esserlo infettodopo l’incubazione, gli scienziati hanno scoperto che lo erano stati davvero.

Osservando il cellule naso, usando un microscopio elettronico, hanno poi scoperto che i virus li avevano stimolati a sviluppare “minuscoli tubi chiamati nanotubi che formavano connessioni con le cellule cerebrali”. Questo è il modo in cui SARS-CoV-2 viaggerebbe nel cervello.

Finora, questi piccoli tunnel sono stati osservati solo in laboratorio. Ma se si scopre che il virus sta circolando nel cervello umano in questo modo, questa scoperta potrebbe portare allo sviluppo di un farmaco per bloccare questo processo. “In questo momento non abbiamo una molecola specifica che blocchi i nanotubi, ma stiamo facendo uno screening per trovarne una”, ha annunciato Chiara Zurzolo.

nove mesi di utilizzo, nove mesi di frustrazione

che rapporto ha Miss France con i suoi genitori?