in

i suoi strazianti segreti sulla sua vita per strada quando ha “pregato”

Interrogato su Europa 1 sabato 23 luglio 2022, Michel Polnareff è tornato a un periodo difficile della sua vita: da giovane ha trascorso tre anni per strada con “la manica”. Il cantante svela segreti strazianti.

Michel Polnareff lo è di nuovo in scena con Polnarêves, al teatro Le Palace di Parigi. In questa occasione il cantante è stato ospite dello spettacolo C’è una sola vita nella vitain onda su Europa 1, sabato 23 luglio 2022. È tornato alla sua carriera con quello ma anche passaggi più difficili della sua vita. In effetti, l’artista conosceva i pericoli della strada e implorò per tre anni. esiliato negli Stati Uniti, Michel Polnareff spiega poi di aver ricevuto aiuto dagli psichiatri per uscire. “Ho attraversato momenti difficili, quindi volevo scavare più a fondo e vedere come potevo sbarazzarmi di certe fobie, certe cose… Quando entri nella creazione, creare è qualcosa di pericoloso”, ha confidato. Ed è fuori questione che faccia ricorso a determinate sostanze illegali.

Michel Polnareff, infatti, sottolinea il fatto di non aver quasi mai fatto uso di droghe: “Non mi drogo. Ebbene, negli anni ’60 fumavo, ma non sono mai andato avanti, perché mi spaventa. Mi piace controllarmi”, ha spiega. Il cantante ha ricevuto preferibilmente l’aiuto di professionisti sanitari, ad esempio, per “imparare l’autoipnosi”. “Volevo avere delle guide”, dice. Un metodo che gli ha permesso di fare “incontri molto interessanti”. Adesso Michel Polnareff sta meglio e con il suo nuovo show ha deciso di offrire ai suoi fan un’esperienza diversa: “Durante (…)

(…) Clicca qui per vedere di più

VIDEO- Michel Polnareff fa affidamento sui suoi anni difficili e sul suo rapporto con la droga

Covid-19 e mestruazioni: donne vaccinate che hanno osservato condizioni invitate a presentare domanda

Mercato Mercato – Lione: agac, Bosz scuote “chi vuole partire”