in

Il gasdotto Nord Stream che collega la Russia all’Europa riparte dopo 10 giorni di manutenzione

INTERNAZIONALE – “Funziona”. Il gasdotto Corrente del Nord effettuare la connessione Russia verso la Germania ripartito giovedì 21 luglio dopo dieci giorni di manutenzione, ha detto ad AFP l’omonima azienda che gestiva le apparecchiature, senza però specificare la quantità. gas In viaggio.

Il governo tedesco temeva che questo gasdotto, che rappresentava circa il 40% delle esportazioni di gas russo nell’UE nel 2021, non sarebbe stato riaperto da Mosca dopo questi lavori. Questo gasdotto è infatti al centro del confronto tra europei e russi sin dall’inizio del guerra in Ucraina.

Secondo i dati forniti da Gazprom a Gascade, l’operatore di rete tedesco, il gasdotto dovrebbe fornire 530 GWh durante la giornata. Questo è solo il “30%” della sua capacità, ha osservato su Twitter giovedì Klaus Müller, presidente dell’agenzia di rete tedesca.

Sarebbe anche dieci punti in meno rispetto a prima dei lavori. Sostenendo che non ci sono turbine in manutenzione in Canada, Gazprom ha già ridotto le forniture attraverso Nord Stream al 40% della capacità da metà giugno. Il colosso russo del gas aveva assicurato che non sarebbe stato in grado di garantire la ripresa degli approvvigionamenti attraverso questo gasdotto in manutenzione fino a giovedì mattina.

A breve una seconda turbina in manutenzione?

Il gruppo ha invocato la mancanza di questa turbina, che, secondo l’azienda, è necessaria per far funzionare una stazione di compressione. Un “pretesto”, secondo Berlin, che denuncia le decisioni “politiche”. La Germania è stata quindi sospesa dalla decisione di Mosca di riavviare il gasdotto, dopo questi lavori di manutenzione programmati da tempo.

Il presidente russo Vladimir Putin, nel frattempo, ha espresso sciocchezze sulle prospettive del Nord Stream nelle prossime settimane.

Ha accennato al fatto che l’oleodotto potrebbe riavviarsi giovedì mattina, ma che se la Russia non avesse ricevuto la turbina mancante, avrebbe funzionato al 20% della sua capacità già la prossima settimana. Perché, secondo il presidente russo, una seconda turbina necessita di manutenzione a fine luglio.

Vedi anche su L’HuffPost: Crisi energetica: nel 1973 i (grandi) sforzi dei francesi per evitare la penuria

spieghiamo la crisi politica che ha portato alle dimissioni del presidente del Consiglio Mario Draghi

Stellantis lancia un’offerta di noleggio a lungo termine a 150 euro al mese