in

Il Lione sta bene – DBrief e NOTE dei giocatori (Feyenoord 0-2 OL) – Calcio

Pieno di dubbi, l’Olympique Lyonnais è tornato in pista vincendo una meritata vittoria sul Feyenoord Rotterdam (2-0) nella penultima partita di riscaldamento di domenica.

Il Lione sta bene - D

Lacazette ha messo OL sulle tracce.

Una settimana dopo la sconfitta contro l’Anderlecht (0-3) e il giorno dopo l’umiliazione contro il Willem II (0-5) con una seconda squadra, l’Olympique Lyonnais ha alzato la testa questa domenica.

OL ha ottenuto una vittoria salvavita al Feyenoord Rotterdam (2-0) in una partita di riscaldamento.

Il traguardo di Lacazette

A causa della loro alta pressione, Les Gones, con la loro squadra allora standard, ha giocato sul filo del rasoio all’inizio della partita. Questa filosofia ha permesso loro di fare pressione sul campo del finalista dell’ultima conferenza di Europa League, ma gli ospiti sono emersi troppo agitati. In difesa, OL si è avvicinato più volte al tribunale penale, ma Toornstra ha mancato il suo recupero alla più grande occasione olandese.

Nonostante la partita sia stata molto instabile dopo la pausa fresca, Lacazette ha svegliato tutti aprendo le marcature con un razzo da 25 yarde indietro usando il palo (0-1, 32°). Quale scopo! Spinto da un onnipresente Gusto, OL ha concluso bene questo primo atto. Quando Toko-Ekambi ha mancato il gol e il contropiede, Reine-Adlade alla fine ha raddoppiato la scommessa su calcio d’angolo per concretizzare questo momento clou (0-2, 45°).

Il Lione fa il girone indietro

I dibattiti si sono rivelati molto più equilibrati al rientro dagli spogliatoi e gli uomini di Peter Bosz non hanno più mostrato la stessa superiorità nel gioco. La voglia del tecnico di apportare pochissime modifiche ha fatto sentire sempre di più la fatica per tutta la gara. minuti e Lopes deve mettersi al lavoro per la prima volta impedendo a Danilo di riportare il punteggio. Quando Tet, segnalando fuorigioco, ha reagito, OL ha chiaramente sofferto negli ultimi 20 minuti, ma ha tenuto la propria posizione senza subire grandi occasioni, salvo un’altra parata di Lopes per Jahanbakhsh. Incoraggiante per finire la pre-stagione contro l’Inter sabato prossimo.

Punteggio partita: 5/10

Abbiamo assistito a una partita decente per una partita preparatoria nella bellissima atmosfera di De Kuip. Dopo un inizio di gioco vivace, la partita è diventata più instabile, ma il brillante gol di Lacazette ha segnato un piacevole momento clou per OL. Dopo una pausa al ritorno dallo spogliatoio, è il Feyenoord a premere l’acceleratore a fine partita. Molte congetture da entrambe le parti, ma ha senso in questa fase della stagione.

Gli obiettivi :

– Operato da Henrique da 25 yarde, Lacazette si gira verso il bersaglio e spara un missile da destra che rimbalza da terra poi lascia il palo e Bijlow non ha chance (0-1, 32°).
– Su corner di Paqueta, Mendes sbaglia il colpo di testa ma diventa un passaggio decisivo per Reine-Adlade, che chiude da distanza ravvicinata (0-2, 45°).

I toni del Lyonnais

Maxifoot ha assegnato una nota (su 10) di commenti a ciascun giocatore.

Uomo in campo: Thiago Mendes (7/10)

Ampliato per assumere visibilmente la posizione di difensore centrale nel tempo, il brasiliano ha dato prova dei suoi leader in questa partita. Dopo alcune prelibatezze senza conseguenze ad inizio partita, i lionesi hanno vestito la tuta del boss con grande fermezza nei duelli e interventi decisi su diversi palloni caldi per permettere a OL di mantenere il vantaggio mentre l’avversario si spostava verso la fine. . Passante decisivo forte e involontario come bonus.

LIONE:

Anthony Lopes (6.5) : Poco preoccupato per 70 minuti, il capitano dell’OL ha fatto delle buone prestazioni prima di rispondere con due parate decisive alla fine contro Danilo e poi Jahanbakhsh.

Malo Gusto (6.5) : il lato destro ha bucato lo schermo nel primo periodo. Difensivamente serio, de Gone ha lasciato che la sua velocità parlasse per compensare alcuni duelli accesi, ma soprattutto è stato in grado di liberare i cavalli in modo offensivo attirando sistematicamente il meglio di Pedersen sul fianco. De Lyonnais, battuto due volte da Bijlow, ha dato il meglio di sé e ha mostrato un’attività impressionante, prima di rallentare logicamente al rientro dallo spogliatoio. Stanco, alla fine ha commesso diversi errori di recupero.

Thiago Mendes (7) : leggi il commento sopra.

Castello Lucaba (6) : Scherzi a parte, il difensore centrale ha fatto una copia pulita e senza cicatrici. Nel corso dei minuti, però, il Gone ha lasciato il costume del boss Mendes, moltiplicando gli interventi di austerità e rubando un po’ la scena.

Enrico (5) : Senza rigore, la sinistra ha mostrato ancora una volta i suoi limiti, principalmente offensivi, e ricorda che sarà difficile lottare per qualcosa di più di un Tagliafico, oggi in tribuna. Una prestazione nonostante tutto in giusta difesa, impreziosita da un passaggio in porta di Lacazette.

Giovanni Lepenante (5) : La giovane rookie ha avuto un primo quarto particolarmente complicato in cui è stata spinta nei duelli ea volte ha esitato a prendere piede. Il disertore del Caen è poi riuscito a tirare fuori dal gioco il suo birillo e ha mostrato notevoli capacità di passaggio, prima di essere spinto nuovamente alla fine. Ma è così che imparerà.

Jeff Reine-Adlade (6.5) : Schierato in una posizione centrale inaspettata a centrocampo, l’ex Niois ha piacevolmente sorpreso e mostrato un grande volume di gioco.Disponibile e laborioso sulla stampa, de Gone ha anche sottolineato le sue qualità tecniche quando ha lasciato il pallone. Premiato prima dell’intervallo con il suo gol su calcio d’angolo.

Testa (6) : Preferito Faivre, l’esterno non si risparmia. A destra, ma non solo perché non ha esitato a scrutare il terreno per tutta la sua larghezza. Purtroppo il brasiliano è mancato di lungimiranza e precisione nell’ultimo gesto. Sostituisci il 71° minuto con Sekou Lega (non no).

Luca Paqueta (4.5) : gioco misto per il trequartista. In difesa, il brasiliano ha compiuto sforzi significativi e significativi. Ma troppo raramente ha fatto apprezzare le sue qualità passeggere, come con questa apertura per Toko-Ekambi, quando questo è il registro in cui è più atteso. Nervoso, forse per il suo futuro incerto, l’ex milanese commette un pericoloso contrasto su Dilrosun al ritorno dallo spogliatoio. Un gesto che gli sarebbe valso l’espulsione da una partita ufficiale.

Karl Toko-Ekambi (6) : Molto determinato come spesso accade, l’esterno camerunese ha fatto molta differenza a sinistra all’inizio della partita, ma non è riuscito a prendere la porta. Le Gone è stato poi illustrato in modo meno positivo dalle sue imprecisioni in area, in particolare su un grande 2-0 che non è riuscito a superare prima dell’intervallo. Sostituisci l’89° minuto con Noam Bonnet (non no).

Alexandre Lacazette (7) : Il suo magnifico gol sblocca la situazione e mette OL sulla strada giusta. Nella partita, però, l’attaccante non ha avuto una partita facile. Preso dalla difesa avversaria, l’ex Gunner si è dovuto accontentare di giocare in deviazione, cosa che ha fatto con intelligenza. Ha anche dato molta voce.

E per te, chi sono stati i migliori e i peggiori giocatori della partita? Commenta qui sotto nella casella “commenti”!

DOCUMENTO TECNICO
Feyenoord-Olympique Lyonnais 0-2 (interim: 0-2) – Amichevole
Stadio : Feijenoord
Obiettivi : Lacazette (32°), Reine-Adelade (45°) per LIONE.
Avvertenze : Paqueta (52°) per il Lione.
LIONE: Lopes (c) – Gusto, Lukeba, Mendes, Henrique – Lepenant, Reine-Adlade – Tet (Lega 73°), Paqueta, Toko Ekambi (Bonnet 89°) – Lacazette.
FEYENOORD: Bijlow – Benita (Kleijn, 63°), Geertruida (Valk, 72°), Senesi (Hartman, 62°), Pedersen (Hall, 46°) – Aursnes (Dermane, 72°), Kkc (Taabouni, 46°) – Walemark (Boetius, 63°) , Toornstra (c) (Naujoks, 62°), Dilrosun (Jahanbakhsh, 63°) – Danilo (Bassett, 72°).

VIDEO: il magnifico razzo Lacazette

L’estro di Lacazette ha cambiato tutto (0-1, 62°).

Thiago Mendes ha fatto una buona copia al centro della difesa.

A differenza del Feyenoord, il Lione ha apportato solo due modifiche.

Lopes ha fatto due parate decisive alla fine.

Liane Foly incassa la sua rinoplastica: “Mi ha dato molto fastidio”

Bicicletta elettrica: Norauto abbassa i prezzi offrendo l’IVA