in

Il mega incendio della California avanza, un enorme pennacchio di fumo preoccupa

STATI UNITI – Un’aria degna di un film horror. Un grave incendio, che può essere considerato un “mega fuoco”, scompiglio da venerdì 22 luglio la foresta della California e continua ad espandersi questo lunedì, 25 luglio, ha provocato l’evacuazione di migliaia di persone, in un contesto di forti picchi di calore che colpisce decine di milioni di americani negli Stati Uniti.

L’incendio, soprannominato “Oak Fire”, si sta diffondendo nella contea di Mariposa, vicino al… Parco Nazionale Yosemite e le sue famose sequoie giganti. Secondo un bollettino pubblicato domenica dal Dipartimento forestale e protezione antincendio della California (CAL FIRE), “si è espanso in modo significativo nella parte settentrionale e continua nella Sierra National Forest”.

Favorito da “estrema siccità”, venti e temperature in aumento, l’incendio, combattuto da circa 2.000 vigili del fuoco supportati da 17 elicotteri, ha bruciato almeno 6.313 ettari di foresta, distrutto 10 proprietà, danneggiato altri cinque e minacciato diverse migliaia. come puoi vedere nel video qui sotto.

Più di 6.000 persone, per lo più residenti in piccole comunità montane, hanno dovuto essere evacuate sabato, secondo quanto riportato dal giornale un portavoce dei vigili del fuoco della California. Los Angeles Times.

Il fuoco non è affatto limitato e il calore, combinato con la bassa umidità, “ostacolerà” gli sforzi per combatterlo, ha affermato CAL FIRE. Sabato, “uno stato di emergenza è stato dichiarato per la contea di Mariposa a causa degli effetti dell’Oak Fire”, ha annunciato il governatore dello stato Gavin Newsom. in un comunicato stampa.

Un inquietante fenomeno nuvoloso

Man mano che le fiamme raddoppiano di intensità, il cielo della California è gradualmente cambiato a causa di un fenomeno nuvoloso che blocca quasi completamente il cielo.

Il fumo dell’incendio ha formato una fitta nuvola sulla contea di Mariposa, ma il vento sta diffondendo quel fumo e ora sta colpendo gran parte della Sierra Nevada settentrionale, del Parco nazionale vulcanico di Lassen e della valle del Sacramento settentrionale, come si vede nelle immagini dallo spazio.

In tre giorni, l’equivalente di 63 km² è stato distrutto dalle fiamme. In confronto, la città di San Francisco si estende su una distanza pari a 121 km², a testimonianza della natura particolarmente aggressiva di questo incendio.

“È stato spaventoso quando ce ne siamo andati perché ci siamo ricoperti di cenere e abbiamo avuto una tale visione di questa nuvola di fumo. Sembrava che fosse sopra casa nostra e venisse verso di noi molto rapidamente”, ha detto al canale televisivo locale KCRA 3 Lynda Reynolds-Brown, una donna che ha dovuto lasciare la sua casa.

Yosemite Park, uno dei più famosi al mondo, aveva subito a metà luglio un incendio le cui fiamme minacciavano le sequoie giganti.

Il West americano ha già sperimentato negli ultimi anni incendi di dimensioni e intensità eccezionali, con un’estensione molto marcata della stagione degli incendi, fenomeno che gli scienziati attribuiscono al cambiamento climatico.

Vedi anche su L’HuffPost: Queste immagini del più grande lago salato degli Stati Uniti, prosciugato, sono agghiaccianti

Felice anche del settimo posto in griglia

Risparmio della batteria, comfort visivo… Tutto sulla modalità oscura dei tuoi dispositivi