in

Il suo tumore al cervello è stato il fattore scatenante: diventato un comico, Florent è un successo con i suoi video

Dopo essere quasi morto, Florent Speroni, che vive con un tumore al cervello, ha deciso di iniziare come comico.
Dopo essere quasi morto, Florent Speroni, che vive con un tumore al cervello, ha deciso di iniziare come comico. (©Il perfetto sconosciuto)

“Se qualcuno di Netflix vuole contattarmi per un film o una serie, sarò felice di farlo”, dice divertito ma molto serio, Firenze Speronioriginale Nancy (Meurthe-e-Mosella).

Meglio noto come ” Il perfetto sconosciuto », quello che ha ora 34 anni si è fatto un nome su Internet grazie al suo umorismo.

Tuttavia, se ora è seguito da più di un milione di persone su Facebook, 115.000 su Instagram e i suoi video hanno milioni di visualizzazioniLa vita di Florent non è sempre stata così “rosea”.

Per capirlo bisogna tornare indietro di qualche anno. E più specificamente al chiuso 2016quando Florent seppe che soffriva cancro e che il suo tumore, situato nell’area del lobo temporale sinistro, ha le dimensioni di una pallina da ping pong.

Dalle crisi epilettiche al cancro

Nel 2016 Firenze 27 anni. Un giorno ne è vittima crisi epilettica parziale “. “Ero con un’amica e ho provato a dirle che stavo perdendo un po’ la vista. Ma impossibile per me fare una frase corretta. »

Alla fine è stato portato al pronto soccorso. “Quando sono arrivato in ospedale, ho potuto parlare di nuovo. Tuttavia, ho subito diversi esami. In particolare scanner ed ecografi’, precisa l’interessato. Fu solo una settimana dopo che il verdetto caduto.

Il neurologo mi ha detto che avevo un tumore al cervello. In realtà avevo una macchia bianca nel mezzo del cervello. A quel tempo, non me ne rendevo davvero conto. Non ho avuto emozioni. È solo che, come un bambino, ho fatto molte domande.

Firenze SperoniComico noto come “The Perfect Unknown”

“Non mi sentivo affatto male”

A riprova che Florent non si rende conto di quello che gli sta succedendo: lui ha rifiutato la sospensione di tre mesi prescritto dal neurochirurgo. A quel tempo, il giovane, un ingegnere degli appalti, “era tutto [son] opera “.

Video: attualmente su Actu

Ho risposto “ma mai nella vita”. Mi sono detta che mi sarei fatta male al lavoro, avevo un sacco di file in esecuzione e soprattutto non mi sentivo affatto male.

Firenze Speroni

Lo specialista spiega quindi a Florent che dovrà sottoporsi a cure. UN antiepilettico cosa lo causerà molta stanchezza. E non si sbagliava: “il giorno dopo ero lapidato. Non sopportavo affatto le luci”, dice il comico.

“Sono morto”

Il 4 luglio 2016, giorno di Saint-Florent, il nostro interlocutore ricorda di aver avuto un funzionamento sveglio.

Durante l’operazione ho dovuto parlare e alzare il braccio destro. Mi sono state mostrate delle foto e ho dovuto dire quello che ho visto. Allo stesso tempo, ho ricevuto scosse elettriche nelle parti del mio cervello che dovevano essere rimosse. Quando hanno visto che non stavo perdendo i miei poteri, hanno rimosso le parti interessate.

Firenze Speroni

Durante questa operazione, Florent momentaneamente perso la vista. “Ma non ero affatto preoccupato perché mi sono fatto operare da Hugues Duffau* e avevo piena fiducia in lui. »

Sfortunatamente per Florent, il sequel non è andato come previsto. Poche settimane dopo, il il suo compleanno (assolutamente), doveva averne uno altra operazione. La ragione ? Un’infezione ospedaliera. “Non ero affatto bravo, stavo morendo”, rivela.

Più crisi epilettiche al giorno

Dopo queste due operazioni, Florent dovette imparare di nuovo a parlare. “l parlava come un bambino, ero senza filtro. Ad esempio, per strada potrei dire “oh guarda quel signore, è nero”, spiega.

Nell’anno successivo, anche il trentenne ha fatto più attacchi al giorno. Durante un appuntamento con uno specialista del settore, si accorse di essere molto malato.

“Mi ha detto che avrebbe dovuto operarmi. ogni tre o quattro anni sul mio tumore. Pensavo fosse finita. Ho avuto un anno di merda ed è lì che apprendo che dovranno operarmi ancora e ancora? Ho pianto come una madeleine. Per quanto non capissi cosa stava succedendo la prima volta, per quanto fosse molto difficile raccogliere fondi lì”, ricorda Florent.

Un milione di visualizzazioni su Facebook in 24 ore

Allo stesso tempo, il trentenne si meraviglia un sacco di domande. Soprattutto sulla sua vita.

Mi sono chiesta a lungo cosa amo nella vita e quale fosse il mio vero scopo. Tuttavia, non ho potuto rispondere. Dopo le mie operazioni mi chiedevo cosa volessi davvero fare. E infine, volevo solo essere divertente e realizzare video umoristici.

Firenze Speroni

il tocco finalmente operato molto rapidamente. Nell’arco di 24 ore, il video intitolato ‘raclette? ” da fare 1.000.000 di visualizzazioni su Facebook.

Seguiranno presto altre buone notizie. Dopo titoffFlorent ci ha infatti realizzato dei video Antonio Kavanagh o Pietro Kroce.

Sorridi ancora e ancora

Oggi, quando il tumore di Florent è ricresciuto, nonostante l’annuncio dello specialista, da allora non si è più operato. Tuttavia, il suo principale nemico è ora il attacchi epilettici.

Non sono mai riuscito a fermare gli anticonvulsivanti. Quest’anno, per alcuni mesi, ho avuto fino a cinque crisi parziali al giorno, senza una spiegazione specifica. Ero in fondo all’abisso. Lì ho un nuovo trattamento e per ora va meglio.

Firenze SperoniComico noto come “The Perfect Unknown”

Se il trentenne non intende smettere di fare video a breve, ha in mente alcuni obiettivi. Realizzare un milione in seguito due milioni di abbonati sicuro Youtube. Ma anche, un giorno, vedere il suo nome scorrere nei titoli di coda di Netflix…

*Il professor Hugues Duffau, neurochirurgo, praticante presso l’Ospedale Universitario di Montpellier, è meglio conosciuto per le sue operazioni di tumore al cervello e per l’esecuzione di operazioni da sveglio.

Questo articolo ti è stato utile? Sappi che puoi seguire Lorraine Actu nello spazio Le mie notizie . Con un click, dopo la registrazione, troverai tutte le notizie dalle tue città e dai tuoi brand preferiti.

8 segni rivelatori di malattia del fegato

è una verità o un mito?