in

In Brasile Jair Bolsonaro lancia ufficialmente la sua campagna di rielezione

Il presidente Jair Bolsonaro bacia sua moglie, Michelle, durante il lancio della sua campagna elettorale presidenziale brasiliana il 24 luglio 2022 a Rio de Janeiro.

Quasi diecimila persone sono venute questa domenica per assistere al lancio della candidatura del presidente Jair Bolsonaro per la rielezione del Partito Liberale (PL), all’interno del Maracanazinho (il “piccolo Maracana”); una palestra accanto al mitico stadio di Rio de Janeiro. Dalle 8.30 la folla si è radunata in fila, vestita con le maglie da calcio della Seleçao e sventolando le bandiere brasiliane; due simboli ormai tradizionali dei raduni bolsonaristi.

Il PL ha dovuto cambiare l’organizzazione dell’evento perché una campagna di attivisti di sinistra ha proposto di riservare i posti senza andarci, come avevano fatto i giovani democratici americani nel 2020 contro l’ex presidente Donald Trump. “I media dicono che non rispettiamo la democrazia, ma quelli di sinistra sono molto peggio”si è lamentato Samir Junior, venuto con sua moglie dal vicino stato di Minas Gerais per sostenere il loro candidato. Secondo questo dottore “La posta in gioco di questa elezione è molto più alta della precedente. Siamo molto preoccupati perché è assolutamente necessario impedire il ritorno al potere della sinistra”. E sua moglie, anche lei medico, ha aggiunto che l’ex presidente Lula, favorito alle elezioni, “Legittimerà immediatamente l’aborto e la droga”. Una dichiarazione di Jair Bolsonaro sulle proposte non incluse nel programma del Partito dei Lavoratori (PT), ma che ha ripetuto anche questa domenica e che ha chiamato Lula “ladro e alcolizzato”.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti In Brasile, Jair Bolsonaro sta silurando il sistema elettorale davanti agli ambasciatori stranieri

Lui, il “capo del popolo”, come descritto nel nuovo jingle della sua campagna, un discorso improvvisato di oltre un’ora in cui mescolava gli attacchi a sinistra con il “risultati del mio governo” e soprattutto la recente riduzione del prezzo della benzina, ottenuta grazie all’abolizione di diverse tasse locali e federali. Il presidente sembrava prendere i vestiti del candidato e ha promesso di combattere, “per il bene del Brasile, per la famiglia e la fede” prima di inciampare alla fine del discorso ripetendo i suoi attacchi ai giudici del Tribunale Supremo Elettorale responsabili dell’elezione. “Queste poche persone sorde con i loro mantelli neri hanno bisogno di capire qual è la voce della gente. Devono capire che sono i poteri legislativi e esecutivi che fanno le leggi.ha affermato alle grida della folla che ha ripetuto: “il più alto è il popolo”.

Ruolo crescente della first lady

Il presidente non ha menzionato espressamente la sua opposizione al voto elettronico, che presenta come fraudolento, come aveva fatto prima di un’audizione dell’ambasciatore all’inizio di questa settimana. Ma ha chiamato ” persone ” per manifestare il 7 settembre, Festa dell’Indipendenza del Brasile, che quest’anno celebra il suo bicentenario. Il presidente non ha promesso al suo pubblico il… “grande notte” come ha rischiato se stesso nel 2021, astenendosi infine dall’andare avanti e portare a termine il promesso “colpo di stato”. Non appena ha lanciato : “Usciamo un’ultima volta” e sempre prima “Difendere libertà e democrazia”.

Hai ancora il 42,09% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

Un terzo dell’impronta di carbonio dell’Unione europea è causato dalle importazioni

L’attore di Titanic, Il pianeta delle scimmie o anche di Star Trek, David Warner è morto