in

In Lussemburgo: il rifornimento gli costa un braccio, quindi stanno staccando i piedi dal volante

pubblicato

In LussemburgoIl rifornimento costa loro un braccio, quindi tolgono i piedi dal volante

DIFFERENZA – Di fronte all’aumento dei prezzi del carburante, molti stanno già provando la guida ecologica.

Il necessario

“Quando ho iniziato in Lussemburgo due anni fa, un pieno mi costava 40 euro e ora sono a 112 euro. Ti costringe a cambiare il modo di guidare. Adesso in autostrada faccio un massimo di 90-95. Vengo persino superato dai camion.

Come Vincent, che viaggia con z-sanem ogni giorno, molti si sono rivolti alla guida ecologica di fronte all’aumento dei prezzi del carburante. E paga, il Messin che ha fatto un “giro veloce” stima che sia sceso da 7 a 5,5 l ogni 100 km. “Facevo il pieno ogni settimana e ora ogni settimana e mezza”.

“Fortunatamente abbiamo una seconda auto elettrica. Prendiamo il diesel solo per i percorsi più lunghi. Sono riuscito a passare da 7,3 litri a 6 litri. Cerchiamo sempre di rendere una sfida per risparmiare di più, dice Kim de Sanem che ha suggerimenti. “Non andare troppo veloce ora, usa il cruise control e guarda avanti. Controllo anche le gomme più spesso.

Il necessario

“Ottimizzo i miei viaggi”

Anche Michel, un lavoratore frontaliero belga, guida in modo diverso. “Ho vinto tra 1L e 1.5L nella 100 semplicemente scegliendo uno stile di guida più fresco, anticipando maggiormente i cambi di marcia, entrando negli incroci e rispettando i limiti di velocità”, dice. E penso che non viaggerò più”.

Céline, continua Frans di Aumetz. “Cerco di ottimizzare ed eseguire più attività contemporaneamente. Vado a fare shopping e vedo la mia famiglia allo stesso tempo, invece di fare due viaggi”. Ma alcuni trovano più difficile risparmiare. Sollevano il problema degli ingorghi o dell’urgenza. “Guido molto per lavoro e non abbiamo tempo per pensare. Altrimenti è meglio cambiare veicolo, perché è un po’ difficile cambiare così”, dice Rolando.

“Si pedala di più”

“In macchina c’è un’opzione economica, ma questo è bla. Non sta scendendo molto”, osservano Cyril e Gwendoline, che hanno persino considerato l’opzione dell’etanolo autorizzato in Francia. Lena viene dalla Germania e impiega un’ora per lavorare a Esch. “Uso il controller, ma è tutto quello che posso fare”.

E molti di loro guardano più lontano e ora preferiscono il trasporto pubblico o la mobilità dolce. “Stiamo rallentando un po’, ma soprattutto nel weekend cerchiamo di guidare di meno. Pedaliamo di più”, conclude Ivo di Differdange.

  • Carica la tua auto con saggezza: se possibile, carica i tuoi effetti personali nel bagagliaio e se devi caricare sul tetto, usa un box da tetto.

  • Preferisci le fasi di decelerazione: contrariamente a quanto si crede, non risparmierai carburante guidando in folle. Al contrario, la marcia inserita e il piede dell’acceleratore riducono l’iniezione e quindi i consumi.

L’aviazione militare russa indebolita dalle sanzioni

Rifiutarsi di dimostrare la propria età, è una buona tecnica per ridurre la vecchiaia?