in

In mezzo al caos, i passeggeri mettono dei localizzatori nei bagagli per non perderli

Registra i ritardi, migliaia di cancellazioni di voli, caos pre-apocalittico negli aeroportial punto che Heathrow, Londra, ha chiesto alle aziende di limitarsi… Se nelle ultime settimane hai provato a viaggiare in aereo, probabilmente abbiamo notato che è solo così ripresa del traffico aereo (di cui parlano gli anglosassoni “reddito di viaggio”) è associato a gravi disagi per i passeggeri.

E se hanno la fortuna di arrivare sani e salvi il giorno previsto, è sempre meno il caso dei loro bagagli: raramente il problema delle valigie smarritenon prendere il volo giusto o arrivare in Australia quando previsto in Alaska sarà stato più pronunciato di adesso poiché gli aeroporti faticano a trovare personale.

Questa “crisi dei bagagli” è di tale portata, specialmente a Heathrow che Delta ha recentemente inviato un Airbus SE A330-200 dagli Stati Uniti a Londra per cercare di rimpatriare 1.000 di questi bagagli smarriti. Per quanto riguarda Icelandair, lascia che i suoi addetti ai bagagli vadano avanti e indietro a SchipholL’enorme hub dell’aeroporto di Amsterdam, o a Heathrow nel Regno Unito per salvare ciò che può essere salvato.

Avvisato che la loro vacanza correva il grave pericolo di essere rovinata da questi brief (o abiti da sposa) non è stato trovato, alcuni passeggeri hanno preso l’iniziativa incollando i tracker, come gli AirTag di Apple Dove da Tegolanel bagaglio che hanno registrato in stiva.

sul sentiero

Come riporta Bloomberg, ci sono state molte sorprese. Ad esempio, i media americani raccontano la storia di Cory Prenatt, un cittadino della Florida che aveva programmato di festeggiare il suo ritiro con un tour dei principali campi da golf britannici.

A causa della disorganizzazione dell’azienda prescelta, ma grazie agli AirTag che aveva installato nel suo carrello, li vide per la prima volta bloccati a Newark per due giorni prima di essere inviato a un deposito a Edimburgo, in Scozia.

Quando salì in macchina per prenderli, i club stavano già tornando ad Aberdeen. Li inseguì e finalmente li vide completare il loro frenetico volo nelle Midlands occidentali inglesi.

Venduto a buon mercato, che può anche posare vulnerabilità di sicurezza molto gravi e privacy, soprattutto per le donnequesti tracker utilizzano la vicinanza ad altri dispositivi Bluetooth per localizzarsi nello spazio e sono autorizzati sugli aerei.

Gli AirTags quindi, come i loro concorrenti, sembrano perfetti per tenere d’occhio il destino di questo prezioso bagaglio che viene lasciato per metterlo in stiva, consentendo ad alcuni passeggeri di fare meglio e più velocemente delle compagnie scelte. per trovare le tracce delle loro valigie.

Per evitare spiacevoli sorprese, o dozzine di chiamate fallite ai servizi bagagli sono annegate sotto il carico, pensaci per i tuoi possibili prossimi viaggi. E non dimenticare di portare in cabina tutto ciò che può essere prezioso o essenziale.

per il presidente dell’FCVB, il Bordeaux ha messo “pressione” sulla CNOSF

esecuzione dell’assassino di 7 persone a Tokyo nel 2008