in

Inter-LGBT denuncia la “mancanza di preparazione” del governo

La Francia ha 1.567 casi confermati di vaiolo delle scimmie, secondo l’ultimo rapporto di Public Health France, pubblicato giovedì, rispetto ai 912 della settimana prima.

L’Inter-LGBT”ribelli“Lunedì 25 luglio”di fronte all’inazione del governo, alla mancanza di preparazione e trasparenzaper quanto riguarda l’epidemia di vaiolo delle scimmie, riferendosi a “difficoltà a fissare un appuntamento» per una vaccinazione e «somministrazione della dose insufficiente“.

Questa epidemia colpisce prevalentemente (più di 9 casi su 10) uomini che hanno rapporti sessuali con uomini (MSM). Per alcuni di noi, la notizia ha riportato il trauma degli anni dell’AIDS.Inter-LGBT ha notato in un comunicato stampa. L’associazione per lesbiche, gay, bisessuali e transgender, che riunisce una sessantina di associazioni, vuole quindi “più prevenzione, fattuale e non giudicante, con le persone esposte, mentre troppo ritardo è stato preso dalla riluttanza, consentendo all’epidemia di fare il suo corso“. Lei “ricorda a tutti il ​​diritto a vivere appieno la propria sessualità con il numero di partner che desiderano, tenendo conto della realtà dell’epidemia“.

VEDI ANCHE – Monkeypox: l’OMS attiva il livello di allarme più alto

Inter-LGBT chiede “la revoca del segreto di difesa sui vaccini contro il vaiolo di 3a generazione e il numero di ordini e resi disponibili nei centri di vaccinazione in tutto il paese“. Trova Inter-LGBT”in molti impianti di risalita difficoltà a fissare un appuntamento» per una vaccinazione, in particolare sotto «forniture di dosi insufficienti di vaccino, circuiti di approvvigionamento disorganizzati, siti vaccinali insufficienti, slot non disponibili su Doctolib“.

La Francia ha 1.567 casi confermati, secondo l’ultimo rapporto di Public Health France, pubblicato giovedì, rispetto ai 912 di una settimana prima. Il governo ha annunciato l’8 luglio l’estensione della vaccinazione a “uomini che fanno sesso con uomini e transgender che denunciano più partner sessuali“, Fino a “persone che si prostituiscono” e a “professionisti nei luoghi di consumo sessuale“. L’associazione AIDES per la lotta all’Hiv aveva chiesto giovedì scorso”il dispiegamento da parte dello stato di una campagna di vaccinazione “punzone”, utilizzando operatori sanitari liberali volontari» specificamente impiantato sul «località di villeggiatura“.


VEDI ANCHE – “I peggiori dolori della mia vita”: il New Yorker parla dell’esperienza del vaiolo delle scimmie

Square Enix sta preparando il ritorno di uno dei suoi più grandi giochi di ruolo tattici!

Quinté PMU – Pronostico del PRIX DU CHATEAU DE COMPIEGNE 26 luglio 2022