in

Italia: Gli ambientalisti attaccano le mani a un dipinto di Botticelli

Il metodo inizia a diffondersi. Questo venerdì, gli attivisti ambientali hanno incollato le mani alla finestra da “Primavera”, di Botticelliin mostra in un museo a Firenze, relazioni la guardia.

Due dei tre attivisti presenti, membri del gruppo “Ultima Generazione”, si sono uniti per mano mentre il terzo ha srotolato uno striscione con la scritta “Ultima generazione, più gas, più carbone”.

Secondo i video pubblicati rapidamente sui social network, una guardia si è avvicinata ai due attivisti e li ha rimossi con un gesto dal vetro – sul quale sono apparse due tracce. Secondo l’agenzia di stampa italiana Ansa, tre persone (un uomo e due donne) sono state portate via dalla polizia. Il dipinto è integro in quanto protetto da vetro.

Un’azione volta a non danneggiare la tela

Il gruppo ha anche assicurato di aver consultato restauri d’arte per sviluppare un’azione che non avrebbe danneggiato il dipinto e nemmeno la cornice. Per questo hanno utilizzato “un adesivo adatto al vetro”.

In un comunicato stampa, gli attivisti hanno affermato che è stata solo la prima di una lunga serie di azioni rivolte ai musei. “Ci rivolgiamo al mondo dell’arte per lanciare un vivo appello affinché le nostre richieste siano rivolte al governo da tutte le parti sociali”, afferma il gruppo. “Mentre difendiamo il nostro patrimonio artistico, dobbiamo impegnarci a prenderci cura e proteggere il pianeta”.

Sono tutt’altro che i primi a utilizzare questo metodo. Nel Regno Unito, gli attivisti di “Just Stop Oil” si sono aggrappati anche a un dipinto all’inizio di luglio, una riproduzione dell’Ultima Cena di Leonardo da Vinci, in mostra a Londra. In Francia, attivisti hanno messo le mani sull’asfalto della tangenziale di Parigi nel mese di giugno.

Questo PC fisso da gioco, assemblato da MSI con un RTX 3070 Ti, potrebbe mettere in ombra la concorrenza

Cristiano Ronaldo in prestito all’Atletico Madrid?