in

Kamloops, il collegio dell’orrore: è stata un’ebbrezza

La storia delle tombe non contrassegnate in Canada È stato rivelato il 27 maggio 2021. La storia ha immediatamente suscitato scalpore nei media canadesi ed è rimasta tale per mesi, anche dopo che l’esperto geofisico ha notato che i risultati dell’indagine radar non indicavano necessariamente la presenza di tombe, per non parlare di tombe anonime, tombe indigene o tombe infantili. Contrariamente a quanto molti canadesi oggi sono giunti a credere, i dati della ricerca non producono immagini di corpi o bare. È più probabile che mostrino disturbi nel suolo e nei sedimenti. I ricercatori devono quindi scavare nel terreno per determinare cosa c’è veramente sotto.

I media hanno affermato con sicurezza che il bilancio delle vittime degli studenti residenziali canadesi, stimato in 3.201, presto sarebbe raddoppiato o addirittura triplicato. Un editorialista è arrivato al punto di affermare che “la scoperta delle tombe dei bambini a Kamloops potrebbe essere il momento dell’Olocausto in Canada”. Le penitenze pubbliche erano ovunque e molte celebrazioni del Canada Day 1 luglio sono state cancellate o addirittura trasformate in momenti di pentimento.

Sono passati 14 mesi da quando è stato fatto l’annuncio sulle presunte tombe e non è stata trovata alcuna prova fisica. Nessun scavo. Niente cadaveri. Nessun residuo umano. In particolare, il testo dell’articolo affermava che “i resti di 200 persone, per lo più bambini, sono stati scoperti in tombe anonime sul sito di un ex collegio nella Columbia Britannica”. che era tutto sbagliato.

Secondo Centro canadese per la verità e la riconciliazione, 51 studenti sono morti durante gli 80 anni di storia del collegio. Grazie alla ricerca dello storico Jacques Rouillard, oggi conosciamo i cimiteri di più della metà di questi bambini. Quattro di loro sono sepolti a Kamloops nel cimitero della loro riserva, non lontano dal collegio, sollevando la questione se esista ancora un cimitero segreto. Altri ventiquattro bambini sono sepolti nel proprio cimitero di riserva. Lo storico ha potuto consultare gli atti di morte conservati nel registro delle nascite, matrimoni e decessi della provincia. Quindi questi bambini non sono scomparsi. Come si fa a credere che i resti di 200 bambini possano essere stati sepolti vicino alla scuola, all’insaputa delle famiglie?

Deen Jonas Vingegaard vince la competizione

A New York, la comunità gay si mobilita contro il vaiolo delle scimmie