in

La Cina lancia il nuovo modulo della stazione spaziale

“Un’operazione delicata”. Cina ha lanciato domenica nello spazio il secondo dei tre moduli della sua stazione spaziale in costruzione, passaggio cruciale verso il completamento dell’impianto.

La macchina denominata Wentian, di circa 20 tonnellate e senza astronauta a bordo, è stata azionata alle 14:22 (8:22 a Parigi) da un razzo Long March 5B dal Wenchang Launch Center, sull’isola tropicale di Hainan (sud ), secondo le immagini della televisione pubblica CCTV.

“successo totale”

Centinaia di appassionati si erano radunati sulle spiagge vicine per scattare foto del lanciatore che si librava nel cielo in un pennacchio di fumo bianco. Dopo circa otto minuti di volo, “Wentian è volato via con successo dal razzo per lanciarsi nella sua orbita pianificata”, l’agenzia spaziale responsabile dei voli con equipaggio (CMSA) e ha qualificato il lancio come un “successo complessivo”. Con una lunghezza di quasi 18 metri e un diametro di 4,2 metri, questo modulo di laboratorio attraccherà a Tianhe, il primo modulo della stazione in orbita dall’aprile 2021.

L’attracco rappresenta una sfida per l’equipaggio in quanto richiede diverse manipolazioni sequenziali, con alta precisione, in particolare con un braccio robotico. “È la prima volta che la Cina ha dovuto collegare tra loro veicoli così grandi” ed “è un’operazione delicata”, spiega Jonathan McDowell, astronomo dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics negli Stati Uniti. Una manipolazione che dovrà essere ripetuta con l’arrivo di un nuovo modulo di laboratorio più avanti nel 2022. In definitiva, “questo renderà la stazione molto più efficiente, con lo spazio e la potenza necessari per condurre più esperimenti scientifici”, sottolinea Jonathan McDowell.

” Il più veloce “

Dotato di tre cuccette, un bagno e una cucina, Wentian fungerà da piattaforma di riserva per controllare la stazione in caso di guasto. Il modulo dispone anche di stanze per esperimenti scientifici e include una camera stagna che diventerà il passaggio preferito per le passeggiate spaziali. Chiamata in cinese Tiangong (“Palazzo celeste”) ma anche conosciuta con la sua abbreviazione CSS (per “stazione spaziale cinese” in inglese), la stazione spaziale cinese dovrebbe essere pienamente operativa entro la fine dell’anno.

Dopo Wentian questo fine settimana, i tre astronauti della missione Shenzhou-14, che si trovano attualmente sulla stazione spaziale, accoglieranno il terzo e ultimo modulo, Mengtian, lì in ottobre. La stazione assumerà quindi la sua forma a T finale e sarà di dimensioni simili alla defunta stazione Mir russo-sovietica. La vita di servizio dovrebbe essere di almeno 10 anni, anche 15 anni. “Il CSS sarà quindi costruito in appena un anno e mezzo, il ritmo più veloce nella storia per una stazione spaziale modulare”, ha affermato Chen Lan, analista del sito Go Taikonauts.com, specializzato nel programma spaziale cinese. “In confronto, la costruzione della Mir e della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha richiesto rispettivamente 10 e 12 anni. »

Luna e Marte

Il completamento di Tiangong consentirà inoltre alla Cina di condurre per la prima volta in orbita una staffetta dell’equipaggio. Questa staffetta dovrebbe aver luogo a dicembre, quando gli astronauti della missione Shenzhou-14, che attualmente si trova sulla stazione spaziale, lascerà il posto a quella di Shenzhou-15. Tiangong riceverà quindi i sei membri dell’equipaggio per alcuni giorni. La Cina è stata costretta a costruire una propria stazione a causa del rifiuto degli Stati Uniti di aderire alla ISS.

Il colosso asiatico investe da decenni miliardi di euro nel suo programma spaziale. La Cina ha inviato il suo primo astronauta nello spazio nel 2003. All’inizio del 2019, ha fatto atterrare un’astronave sul lato opposto della luna, una prima mondiale. Nel 2020 ha riportato campioni dalla luna e ha completato Beidou, il suo sistema di navigazione satellitare, un concorrente del GPS statunitense. Nel 2021, la Cina ha fatto atterrare un piccolo robot su Marte e prevede di inviare umani sulla luna entro il 2030.

Xavi e FC Barcelona vogliono rubare Lionel Messi dal PSG

una coppia di star della reality TV coinvolta in un incidente