in

le è stata diagnosticata grazie a una foto su Facebook

Sfidata da un compito sul viso grazie a una foto pubblicata sul social network Facebook, una madre è riuscita a farsi diagnosticare in tempo. Aveva un cancro alla pelle.

Facebook gli ha salvato la vita diagnosticandogli una malattia mortale, una storia toccante raccontata da il Sole. Questa mamma, di nome Jennifer Pineirovigo, ha notato per la prima volta una piccola macchia sotto l’occhio sul lato destro del viso, ma ha deciso di ignorarla. Sei mesi dopo, un promemoria di Facebook è apparso sulla sua sequenza temporale, una sua foto in cui la macchia in questione era palesemente ovvia. Consapevole di questa anomalia e preoccupata di cosa potesse significare, ha quindi deciso di fissare un appuntamento con un dermatologo per essere rassicurata.

Qui cadde l’ascia. La giovane aveva un carcinoma basocellulare. Questo è un tipo di cancro della pelle che di solito si sviluppa su aree della pelle esposte al sole, come il viso. Di fronte a questa diagnosi, dovette presto sottoporsi a un intervento chirurgico che prevedeva il taglio di sottili strati di pelle. Ogni strato è stato quindi esaminato attentamente per individuare segni di cancro mortale. Questo processo, noto come MOHS, è continuato fino a quando gli strati di pelle rimossi sono stati privi di segni sospetti.

VIDEO- Diario della salute – Dott. Christian Recchia: “Il cancro della pelle sta diventando più comune ed è molto difficile curare questo tumore, che è drammatico”

Un buco in faccia

“Non sono stato addormentato, l’area era solo intorpidita da un anestetico locale”, ha ricordato, aggiungendo che la complessa procedura le aveva lasciato un buco in faccia. Sono state quindi necessarie diverse procedure di chirurgia plastica per riparare questa anomalia.

“Sono triste di dover affrontare piccole cicatrici sul viso per il resto della mia vita. Ma sarò per sempre grato di aver ascoltato il mio istinto e di essere andato dal dermatologo perché se non l’avessi fatto “avrei morto” ha spiegato in particolare. Sana e sana, Jennifer sta ora esortando gli altri a indossare regolarmente la protezione solare e sta cercando di aumentare la consapevolezza sul cancro della pelle.

“Tendevo a non indossarne mai uno quando facevo commissioni o uscivo per qualche ora nella stagione calda”, ha detto mentre affermava di aver cambiato le sue abitudini da allora.

VIDEO – Tumore della pelle: perché e come sottoporsi allo screening?

Mangiare pomodori per due settimane fa bene alla salute

Come spiegare l’entità dell’epidemia di bronchiolite quest’anno?