in

le immagini di Mbappé e dei giocatori che si divertono sul tatami con Riner al tempio del judo di Tokyo

Diversi giocatori del PSG, tra cui Kylian Mbappé, sono scesi sui tatami del Kodokan Judo Institute di Tokyo questo giovedì, insieme a Teddy Riner, la superstar francese della disciplina e del club. Hanno anche messo i kimono.

Alcuni giocatori del PSG hanno lasciato le loro magliette da calcio durante il tour del club in Giappone giovedì per un’introduzione al judo. E ovviamente i fortunati ne erano felici. Marquinhos, Achraf Hakimi, Juan Bernat, Thilo Kherer e Mauro Icardi hanno frequentato il Kodokan Judo Institute di Tokyo, centro di formazione di riferimento per il judo mondiale. Sono stati raggiunti da diversi membri della sezione di judo del PSG, tra cui Teddy Riner, tre volte campione olimpico (due individuali) e dieci volte campione del mondo, e Djamel Bouras, presidente di sezione ed ex campione olimpico nel 1996.

I giocatori del PSG hanno imparato il judo con Teddy Riner, giovedì 21 luglio 2022 a Tokyo
I giocatori del PSG hanno imparato il judo con Teddy Riner, giovedì 21 luglio 2022 a Tokyo © RMC Sport
Kylian Mbappé firma un autografo su un kimono teso da Teddy Riner, giovedì 22 luglio 2022 a Tokyo
Kylian Mbappé firma un autografo su un kimono teso da Teddy Riner, giovedì 22 luglio 2022 a Tokyo © RMC Sport

I campioni giapponesi Tadahiro Nomura (triplo campione olimpico) e Shohei Ono (doppio campione olimpico) hanno ospitato questa divisione tra le due sezioni del club. Hanno mostrato ai parigini le strutture prima di offrire una promozione. Il momento scelto da Kylian Mbappé e Presnel Kimpembe per invitarsi al programma e indossare i kimono come i loro partner.

Mbappé a terra, Hakimi affronta Riner

A loro volta, hanno scrollato le spalle con i campioni locali, che sono stati molto fluidi nelle loro catture. Il capitano Marquinhos ha aperto la strada “combattendo” Tadahiro Nomura. Molto concentrato sui consigli del suo prestigioso avversario, ha poi aggiunto un piccolo inquilino ai compagni: “Buona fortuna ragazzi”. Kylian Mbappé non ha mancato il turno contro Shohei Ono, che ha messo giù la stella francese.

Kylian Mbappé si è cimentato nel judo a Tokyo, giovedì 21 luglio 2022
Kylian Mbappé ha provato il judo a Tokyo giovedì 21 luglio 2022 © RMC Sport

Molto felice di condividere la sua passione con i suoi compagni calciatori, Teddy Riner gli ha mostrato la portata del suo talento contro Achraf Hakimi, il grande amico di Mbappé che ha invitato Riner a non trattenere la presa sul nazionale marocchino: “Vai, non esitare!” Egli ordinò. Presnel Kimpembe, ha timidamente atterrato Nomura, che ha reagito alla presa successiva. Thilo Kehrer ha sfidato Djamel Bouras. Juan Bernat e Mauro Icardi sono rimasti spettatori. L’intero staff ha poi partecipato a una dimostrazione di combattimento. Keylor Navas ha quindi cercato di esercitarsi in un mix tra judo e wrestling. Questa iniziazione è stata molto apprezzata dai giocatori di calcio. Ma anche a Teddy Riner.

“È divertente, cambia”, ha detto la Guadalupa. Soprattutto in Giappone. Per noi è la mia casa. È un paese in cui mi piace venire e allenarmi due o tre volte l’anno. Condividilo con loro, è fantastico. Io’ io sono felice che siamo qui con gran parte del club, per uno scambio di judo football, abbiamo tempo per quello per una volta. È un piacere per tutti i membri del club”.

Il consiglio dell’allenatore Teddy ai giocatori di football

I pupilli di Christophe Galtier hanno infatti mostrato una gioia e un interesse genuini per il luogo. Teddy Riner rileva anche un clima rilassato e stuzzicante tra i suoi visitatori giornalieri. Un presagio di una grande stagione? “Non sono un professionista per prevedere se avranno una grande stagione”, ha detto. Hanno una forza lavoro per questo. La cosa principale è che il cuore rimane. deve avere la precedenza per avere un buon gruppo per andare alla vittoria. È il coach Teddy che parla!”

“Coach Teddy”, esatto, potrebbe diventare consigliere dei calciatori del suo club? “Per ora non me l’hanno offerto, ha detto. Ma mi è stato chiesto più volte di intervenire nei club della Ligue 1. Si sta facendo poco a poco, ma soprattutto quando ho tempo, perché sono ancora attivo. Devi trovare le parole per questo”.

Laure Manaudou e Jérémy Frérot: questa triste notizia dopo che hanno lasciato la loro casa in un disastro

Compra un iPhone alla Fnac e torna a casa… con un pezzo di piastrella