in

L’Inghilterra ha battuto la Svezia per passare alla finale del loro Campionato Europeo a Wembley

La partita: 4-0

L’Inghilterra ha dato una lezione di realismo martedì nella semifinale dell’Europeo contro la Svezia (4-0). Applicata su entrambe le superfici, ha ottenuto tutto quello che i francesi non erano riusciti a fare contro l’Olanda (1-0 dopo i tempi supplementari, sabato) e tutto quello che dovranno fare mercoledì contro la Germania per andare a Wembley: segnare velocemente, mettersi al riparo, e prendersi cura di tutto una qualifica tranquilla.

L’inizio fragoroso delle Euro Leonesses ci ha quasi fatto dimenticare che la Svezia sarebbe arrivata con più esperienza. Sono stati gli scandinavi che hanno vinto l’argento olimpico a Tokyo la scorsa estate e sono passati a una ventata di oro supremo. Sono stati loro a battere l’Inghilterra nella piccola finale dei Mondiali 2019 (2-1). E sono loro che sono al secondo posto nella classifica FIFA.

Ricordarono tutto ciò a loro favore nella prima mezz’ora. Stina Blackstenius fece in modo che lo slancio inglese si spegnesse in tre fasi. Ma il portiere Mary Earps e poi la traversa hanno tenuto a galla i locali. Fridolina Rolfö del Barcellona, ​​nel frattempo, è andata in pezzi al termine di una corsa che avrà lasciato la sua futura compagna di club Lucy Bronze (13a).

6

Segnando martedì, Beth Mead ha eguagliato il record di gol segnati in un euro. Ad esempio, si unisce alla tedesca Inka Grings.

La tempesta era passata e la magia inglese vista durante il rovesciamento della Spagna nei quarti di finale (2-1 ai supplementari, 20 luglio) ha continuato a funzionare. Una grande rivelazione del campionato, Beth Mead ha capovolto lo stadio di Sheffield con un mezzo tiro al volo dopo un controllo perfetto (34°). Lucy Bronze con un colpo di testa, Alessia Russo con un tacco brillante (68°) e Fran Kirby con un pallonetto mal catturato (77°) hanno aggiunto consistenza alle qualificazioni dell’Inghilterra.

La giocatrice: Lucy Bronze con bei ricordi dei suoi anni a Lione

I tifosi del Lione, che hanno avuto il privilegio di vederla giocare dal 2017 al 2020, sono sicuramente gli ultimi a essere sorpresi dalla prestazione di Lucy Bronze. La fascia destra, che prima dell’inizio del torneo si è trasferita dal Manchester City all’FC Barcelona, ​​è stata decisiva per i due gol più importanti dell’incontro.

Dopo aver seguito da vicino l’azione sul secondo palo, il difensore 30enne ha consegnato il cross all’apertura. E si è incaricata di raddoppiare la scommessa con un colpo di testa da calcio d’angolo non appena lo spogliatoio è rientrato, segnando il suo primo gol di questo Europeo. Lei, che ha vinto tutto con il Lione, non vede l’ora di vincere il suo primo trofeo nazionale.

3 takeaway dallo spettacolo “mostruoso” della pop star

una prima segnalazione sfavorevole dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ma le catene mantengono il loro progetto