in

L’Iran chiede la revoca “immediata” del divieto di viaggio dell’equipaggio

Il ministero degli Esteri iraniano ha dichiarato mercoledì 20 luglio di aver citato in giudizio l’incaricato d’affari argentino di rinunciare “subitodel divieto di lasciare il territorio a cinque membri dell’equipaggio iraniano di a aereo detenuto in Argentina per un mese e mezzo.

Sequestro di dispositivi personali

Arrivata in Argentina dal Messico, la nave cargo Boeing 747 della compagnia venezuelana Emstrasur, che in passato apparteneva alla compagnia iraniana Mahan Air, è stata immobilizzata all’aeroporto di Ezeiza a Buenos Aires dall’8 giugno, dopo aver tentato senza successo di arrivare in Uruguay andare .

L’equipaggio, cinque iraniani e 14 venezuelani, non è autorizzato a lasciare l’Argentina poiché il sistema giudiziario, che ha sequestrato diversi telefoni cellulari e computer, indaga sul loro profilo, in particolare su un possibile collegamento con le Guardie Rivoluzionarie, l’esercito ideologico iraniano della Repubblica islamica.

Il ministero degli Esteri iraniano ha detto al diplomatico argentino “le serie preoccupazioni del governo iraniano e delle famiglie dell’equipaggio iraniano per la confisca dei loro documenti di viaggio e le restrizioni imposte alla loro partenza dal Paese, che costituiscono violazioni dei diritti umani‘ dice in un comunicato stampa. “L’Iran chiede al governo argentino di adempiere ai propri doveri e responsabilità revocando le restrizioni e facilitando la partenza immediata dei cinque membri dell’equipaggio iraniani“, aggiunge il testo.

Lo stato dell’aereo è “pienamente legale”

L’aereo, che appartiene alla Emtrasur, filiale della compagnia venezuelana Conviasa, soggetta alle sanzioni statunitensi, era in rotta verso Montevideo quando gli è stato negato l’ingresso. Conviasa ha acquistato l’aereo da Mahar Air l’anno scorso, secondo i funzionari iraniani.

Gli Stati Uniti accusano Mahan Air di legami con le Guardie Rivoluzionarie, classificate da Washington come organizzazione terroristica. “Lo status dell’aereo venezuelano e dei membri dell’equipaggio iraniano è pienamente legale ai sensi del diritto internazionale e delle convenzioni aeronautiche e non vi è alcuna denuncia contro i cittadini iraniani a questo proposito.Lo ha detto il ministero degli Esteri iraniano.


VEDI ANCHE – Iran: aereo da caccia precipita in zona residenziale

Fattura del potere d’acquisto: i deputati d’oltremare di Nupes si uniscono

Dopo diversi anni di fermo, Canadair riavvierà la sua linea di produzione