in

L’orgasmo alla gola è molto più comune di quanto pensi

In breve, il film gola profonda non era così lontano dalla realtà. L’insider dal nome appropriato ha appena pubblicato un sondaggio in cui si afferma che gli orgasmi alla gola sono all’ordine del giorno. L’articolo inizia con la testimonianza di una donna del Texas di 50 anni che descrive la prima volta che ne ha vissuta una. Durante l’esecuzione della fellatio, si è resa conto che la sua saliva si stava ispessendo e poi tutto il suo corpo ha iniziato a tremare.

Questo è stato anni fa; da allora, questa donna è persino riuscita a darsi degli orgasmi stimolando la gola, la lingua e la bocca. Praticare il sesso orale non è essenziale per ottenere un’ostruzione alla gola: un risultato simile può essere ottenuto usando le dita o un sex toy. Ma attenzione, avverte il testimone intervistato, questo risultato spettacolare non si ottiene ogni volta.

In alcune persone, questo orgasmo si sente principalmente in bocca o in gola; in altri va ai genitali, quando non attraversa tutto il corpo. Alcune testimonianze hanno addirittura testimoniato di vivere orgasmi alla gola attraverso il semplice potere del pensiero, dopo aver pensato alla fellatio o dopo aver trasferito i loro pensieri erotici in questa parte del loro corpo facendo esercizi di respirazione.

Sebbene sconosciuti, questi orgasmi non sorprendono la comunità scientifica, che è consapevole della ricchezza di cellule sensoriali della gola e del gran numero di terminazioni nervose nella lingua e nella bocca. “L’orgasmo è centrato sul cervello”ricorda comunque la sessuologa Carol Queen, quindi “Alcune persone possono sperimentare tipi di orgasmi che altri troverebbero in gran parte impossibili”.

Il fenomeno interesserebbe sia uomini che donne, anche se, come spiega il dottor Herbert Arthur Otto nel suo libro Orgasmo liberato: la rivoluzione dell’orgasmo dal 1999, gli uomini erano più riluttanti a parlare delle loro esperienze, probabilmente a causa di una qualche forma di omofobia interiorizzata. Secondo le testimonianze raccolte dallo scienziato tra diverse centinaia di persone, circa il 20% delle persone ha già avuto un’esperienza del genere almeno una volta, una percentuale simile per donne e uomini.

Gli altri scienziati che hanno studiato l’argomento non danno numeri, ma il loro lavoro almeno conferma la realtà dell’orgasmo alla gola. Ciò sarebbe dovuto in parte alla stimolazione del nervo vago, il decimo nervo cranico, il più lungo e ramificato del sistema parasimpatico, che controlla le attività involontarie degli organi.

Secondo il dott. Amir Marashi, co-fondatore dal marchio sex toys Cerē, quattro dei rami di questo lunghissimo nervo portano rispettivamente alla parte posteriore della gola, alla base della lingua, alla gola e alle corde vocali. Il nervo vago è anche indirettamente collegato ai genitali tramite il nervo pudendo, uno dei principali nervi che innervano il perineo. Da qui il fatto che la stimolazione della gola può portare a sensazioni tra le gambe.

Punto G come gola

Secondo alcuni esperti, la gola contiene un simile punto G, che si trova dietro l’ugola, a livello del muscolo cricofaringeo, che fa parte della sommità dell’esofago. Per stimolarlo, invece, bisognerebbe stimolare un’area in fondo alla gola, cioè utilizzando un pene o un oggetto fallico. Nelle testimonianze possiamo leggere che alcune sessioni da “gola profonda” cambiando la consistenza dei tessuti della gola, simile a quanto può accadere nella vulva.

Ma perché le persone colpite non ottengono l’orgasmo quando si nutrono o si schiariscono la gola? La risposta è semplice e va ripetuta: perché l’orgasmo inizia nel cervello e ci vogliono le condizioni giuste per raggiungere quel tipo di climax. L’implacabile meccanica in questo campo ha quindi poca importanza: anche nelle persone allenate, l’orgasmo della gola non è comunque niente di sistematico.

Questa è l’occasione per ricordare che nel caso del rapporto sessuale il consenso è la base assoluta, e questo tipo di pratica viene discussa in anticipo. Data la natura tecnica della cosa, nessuno sarà in grado di dare un orgasmo alla gola a un partner che non lo vuole. E non vale nemmeno la pena provare.

non riguarda solo i bambini

Covid-19: perché moltiplicare i contagi con il virus aumenta il rischio di gravi problemi di salute