in

L’Ucraina svaluta la sua valuta del 25%

pubblicato giovedì 21 luglio 2022 alle ore 11:42

Giovedì la banca centrale ucraina ha annunciato la svalutazione della bandiera nazionale ucraina 2A che sventola su un edificio pubblico il 3 luglio 2022 nella città di Bucha, alla periferia nord-occidentale di Kiev, durante l’invasione russa dall’Ucraina. 5% della valuta nazionale, la grivna, rispetto al dollaro a causa dell’impatto dell’invasione russa sull’economia nazionale.

“Tale misura rafforzerà la competitività dei produttori ucraini” e “sosterrà la stabilità dell’economia in tempo di guerra”, ha affermato la banca centrale in una nota.

Questo ha fissato il tasso di cambio giovedì a 36,57 grivna per un dollaro contro 29,25 grivna per un dollaro prima, un tasso in vigore dall’inizio dell’invasione russa alla fine di febbraio.

Questo tasso rimarrà fisso fino alla nuova decisione della banca centrale che ha confermato la maggior parte delle restrizioni sul mercato dei cambi messe in atto dall’inizio dell’invasione russa per prevenire il crollo della valuta nazionale.

“La Banca nazionale ucraina (NBU) continua a monitorare la stabilità del tasso di cambio e sta adottando le misure necessarie per bilanciare la situazione nel mercato dei cambi”, ha affermato il presidente della NBU Kyrylo Shevchenko nella dichiarazione.

“Tutte le restrizioni messe in atto dall’inizio della guerra sono misure temporanee” che “consentiranno all’economia di sopravvivere alla guerra e contribuiranno a una ripresa più rapida dopo la nostra vittoria”, ha aggiunto.

L’economia ucraina è crollata dall’inizio della guerra e quest’anno potrebbe vedere il suo PIL scendere del 45%, secondo le ultime stime della Banca Mondiale a giugno.

In questo contesto di crisi eccezionale, Kiev mercoledì ha chiesto ai suoi creditori di accettare accordi che consentano il differimento degli interessi sul suo debito.

Un gruppo di creditori occidentali, tra cui Francia, Stati Uniti, Germania, Giappone e Regno Unito, ha accettato un tale rinvio e ha esortato altri detentori di obbligazioni ucraine a fare lo stesso.

Questa misura dovrebbe consentire a Kiev di risparmiare 5 miliardi di dollari in due anni, ha affermato giovedì il ministro delle finanze ucraino Sergey Marchenko in un comunicato stampa.

Badé, Terrier, Mandanda…: cosa ricordare su SM Caen – Stade Rennes

LIVE – Bordeaux in Ligue 2 o N1: tutte le informazioni sull’ultima audizione al CNOSF