in

Marion Rousse, l’ipotesi folle

Direttrice del Tour de France femminile che inizia questa domenica, Marion Rousse potrebbe eventualmente succedere a Christian Prudhomme come direttrice del Tour de France. Almeno secondo il primo interessato.

Le vacanze aspettano Marion Rousse. Con la fine del Tour de France, per il quale ha nuovamente commentato per tre settimane al microfono di France Télévisions, inizia il Tour de France al femminile, di cui è diventata direttrice lo scorso autunno. Scelta ovvia per Christian Prudhomme, dietro al ritorno del Women’s Big Loop.

Leggi anche: Doping: Allusioni pesanti contro Vingegaard!

Ci saremmo davvero seccati se avesse detto di no. Per noi c’era un solo nome, il suo. È un’ex ciclista, campionessa di Francia, una consigliera perspicace – e lo dico da ex opinionista – e aveva iniziato a testare l’organizzazione con il Tour de Provence. Ciò indicava una sana curiosità in tutti i settori del ciclismo”.ha spiegato a Il gruppo. E l’interessato vuole credere che questo appuntamento sia davvero dovuto solo alle sue capacità. “Dato che è una gara femminile, devi piazzare una donna? Ma non è una questione di genere. Devi solo mettere le persone giuste al posto giusto. Ho accettato la posizione, quindi non ho altra scelta che rimanere allo stesso livello. È quasi più un dovere che un lavoro”.si è confidata.

Il nordico potrà inoltre contare sul supporto dell’uomo forte del Tour durante gli otto giorni di manifestazione. ” Non mi occuperò della parte sportiva, ma per tutti gli appuntamenti con gli eletti sarò presente come lo era Jean-Marie Leblanc quando ho iniziato (2004). La cena può essere gelida. È un mondo diverso che non conoscevo all’inizio e che Marion non conosce ora. In realtà, non esiste una scuola per questa posizione. C’è un lato della missione, quindi mi unirò a lui in questa missione.ha rivelato l’ex giornalista.

Perché no…

E la presenza di Christian Prudhomme non sarà troppa. “Marion dovrà affrontare la vita dell’organizzazione. Ci sono sempre alti e bassi, qualcosa che non puoi immaginare. L’adattabilità è importante, ma onestamente ha tutte le qualità per riuscire nel lungo periodo”.ha lanciato.

Leggi anche:Doping meccanico: immagini molto inquietanti sul TourDoping: la filippica di Van AertGaudu, il vero vincitore del Tour?

Quindi Marion Rousse sa cosa aspettarsi e alcuni già immaginano che in futuro succederà a Christian Prudhomme alla guida del Tour de France. Niente ha più senso agli occhi del bic boss del Tour. “Non ci ho pensato, ma non vedo perché un profilo come il suo non possa essere in testa al Tour”ha confidato. Lo stakeholder vuole essere più attento. ” Incarna così bene il Tour che non oso mettermi al suo posto. E ho le mie prove da fare”ha soffiato davvero.

Denitsa Ikonomova espulsa da Ballando con le stelle: “Il cuore stretto”, si spezza e conferma

General Motors baserà la sua strategia su auto elettriche a prezzi accessibili