in

Monkeypox: dove e come vengono testati in Francia mentre l’epidemia si diffonde?

Come con Covid, è possibile sottoporsi al test per scoprire se si è infettati o meno dal vaiolo delle scimmie.

Casi di vaiolo delle scimmie in aumento in Francia. Risultato: l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha attivato il livello di allerta più alto questo sabato 23 luglio. È quindi ora possibile sottoporsi al test per rilevare il virus, ecco in quali casi e come agire.

Fai il test, sì, ma come?

In un comunicato diffuso lunedì l’Alta Sanità chiede il rimborso dei test per rilevare l’infezione da virus Monkeypox. Ricorda una cosa importante, a differenza del Covid-19, “la diagnosi di infezione da virus Monkeypox si basa principalmente sull’esame clinico e sull’interrogatorio del paziente”.

Come spiega l’HAS, il test di amplificazione dell’acido nucleico (NAAT) interviene solo dopo questo esame clinico da parte di un medico, che si presenta quando necessario per confermare un “caso sospetto”.

“ha senso solo in un contesto di affermazione e non lo è” non utile in assenza di sintomi“, specifica l’HAS nel suo parere. Da effettuare in laboratorio, il NAAT è costituito da campioni di mucosa, campioni di pelle e campioni della sfera orofaringea, compreso un test PCR.

Questi sono potenti test molecolari per rilevare i microrganismi e diagnosticare le infezioni che causano.

HAS sottolinea la necessità di riportare i risultati di questi test il prima possibile, poiché hanno particolari implicazioni per il mantenimento o la rottura dell’isolamento. Il vaiolo delle scimmie è una malattia soggetta a denuncia. Una volta identificato un caso, i medici devono avvisare le autorità sanitarie. Le persone positive devono autoisolarsi per almeno 3 settimane.

Apertura di un vaccino da sogno a Parigi

Il ministro della Salute, François Braun, ha annunciato l’apertura di un importante centro di vaccinazione a Parigi lunedì 25 luglio. “Domani verrà aperto un centro a Parigi che sarà in grado di aumentare in modo molto significativo il numero delle vaccinazioni. Ad oggi, ci sono più di cento centri di vaccinazione in tutto il territorio”, ha affermato. sicuro BFM TV.

“Abbiamo le dosi, ora servono le armi per vaccinare”, ha esortato anche François Braun, che ha annunciato che presto gli studenti di medicina potranno partecipare alla campagna di vaccinazione contro il vaiolo delle scimmie, grazie a un decreto pubblicato martedì 25 luglio.

Quali sono i sintomi del vaiolo delle scimmie?

Quali sono i sintomi di un’infezione da Monkeypox?
Dovresti chiamare il centro Samu 15 e isolarti immediatamente se hai i seguenti sintomi: chiamare l’assicurazione sanitaria :

  • febbre e stanchezza;
  • male alla testa ;
  • mal di gola e dolore durante la deglutizione;
  • sforzo muscolare ;
  • ghiandole gonfie e doloranti, sotto la mascella, a livello del collo o nella piega inguinale;
  • brufoli sul viso, sesso, palmi delle mani, piante dei piedi, a livello dell’ano, sul corpo o sugli arti: inizialmente simili a macchie rosse in rilievo, assumono rapidamente l’aspetto di vescicole piene di liquido chiaro, poi pustole sode e appuntite riempite con pus, cavità e ulcere.

Anteprima Abbiamo provato il fantastico sparatutto per videogiochi e il rollerblade che nessuno ha visto arrivare quest’estate

Il funerale di Dani: pioggia di fiori e stelle per un toccante addio finale