in

Ondata di “calore estremo” negli Stati Uniti, grande incendio in Florida

A Washington, 23 luglio 2022.

Un’ondata di “calore estremo” colpisce decine di milioni di americani questo fine settimana, con molti record di temperatura previsti nel Medio e Nordest. “Questo caldo alimenterà oggi il maltempo nel Midwest settentrionale, con una significativa minaccia di venti dannosi, grandi chicchi di grandine e alcuni tornado”annunciato sabato 23 luglio, servizio meteorologico nazionale (Servizio meteorologico nazionale, NWS).

Il caldo torrido, che mostra la minaccia del riscaldamento globale, è stato particolarmente sentito nella capitale Washington, DC, dove le temperature potrebbero sfiorare i 100 gradi Fahrenheit (da 37 a 38 gradi Celsius, °C). New York non è stata risparmiata, con temperature intorno ai 35°C.

Le temperature possono raggiungere i 43°C anche in alcune parti dello Utah (ovest), dell’Arizona (sud) e nel nord-est, secondo il NWS. A Boston, dove lo ha decretato il sindaco Michelle Wu “emergenza calore”A causa dell’apertura delle celle frigorifere comunali e delle piscine aperte più a lungo, la domenica potrebbe raggiungere i 37°C.

Leggi anche: Ondata di caldo negli Stati Uniti: quasi 100 milioni di persone in allerta

Sequoia gigante minacciata da un incendio in California

Questo calore aumenta il rischio di incendio. Un grande incendio chiamato “Oak Fire” è scoppiato venerdì nella contea di Mariposa, vicino allo Yosemite National Park, negli Stati Uniti occidentali. Le sequoie giganti del parco erano già minacciate dal fuoco una decina di giorni fa.

Distribuito su un’area di oltre 2.500 ettari, il “Fuoco della Quercia” ha già distrutto dieci proprietà e danneggiato altre cinque. È completamente fuori controllo, secondo un bollettino del sabato mattina del Dipartimento forestale e protezione antincendio della California. Il West americano ha già sperimentato negli ultimi anni incendi di dimensioni e intensità eccezionali, con un’estensione molto marcata della stagione degli incendi.

Il pianeta ha già registrato diverse ondate di caldo quest’anno, come a luglio in Europa occidentale o in India a marzo-aprile. La loro moltiplicazione, secondo gli scienziati, è un segno innegabile del cambiamento climatico. Nel giugno 2021, una “cupola di calore” estremamente rara ha devastato l’intera costa occidentale degli Stati Uniti e del Canada, uccidendo più di 500 persone e provocando enormi incendi, con temperature che si avvicinano ai 50°C.

Leggi anche Articolo riservato ai nostri iscritti Qual è la cupola di calore che sta soffocando il nord-ovest delle Americhe?

Il mondo con AFP

un Boeing deve effettuare un atterraggio di emergenza a causa di un guasto al motore

Tutte le Renault elettriche che potrai acquistare a breve