in

Overdose di vitamina D: il bambino trascorre due settimane in ospedale, testimonia la madre

Vittima di un sovradosaggio di vitamina D, un bambino si ammalò gravemente. È stato in ospedale per due settimane. Sua madre testimonia e spiega come sia potuto accadere questo incubo.

È un vero incubo che questi genitori hanno vissuto. Dopo un inaspettato sovradosaggio di vitamina D, un bambino è stato ricoverato in terapia intensiva. Segnala l’errore di un integratore alimentare non adatto ai bambini, scelto su consiglio di un professionista della salute il parigino.

Un supplemento acquistato su Internet

Nel reparto maternità il bambino non tollerava ZymaD, un farmaco contenente vitamina D. Il chiropratico della famiglia ha quindi consigliato ai genitori di sostituire il farmaco con Ergy D o Sunday Natural. La coppia ha quindi optato per l’integratore alimentare Sunday Natural acquistato su Internet in una concentrazione che all’epoca ritenevano appropriata, ovvero “10.000 UI”, come con ZymaD. Tuttavia, il dosaggio di “10.000 UI” corrisponde a una goccia e non a un millilitro, una precisione scritta in tedesco.

I genitori quindi somministrano l’integratore al bambino e vedono una diminuzione dell’aumento di peso. Purtroppo qualche giorno dopo il bambino sviluppa il Covid-19, sintomi classici ma le sue condizioni di salute continuano a peggiorare. “Ci siamo detti: basta, qualcosa non va, dobbiamo andare al pronto soccorso”, ricorda la madre Alicia.

“Abbiamo quasi ucciso il nostro bambino”

In ospedale, i caregiver riscontrano nefrocalcinosi, un deposito di calcio nel rene e un problema cardiaco. Il personale fa quindi il collegamento con il sovradosaggio di vitamina D. Il bambino viene quindi posto in terapia intensiva e curato per due settimane. “Quando rimaniamo freddi, ci diciamo che abbiamo quasi ucciso il nostro bambino. Questa prospettiva mi perseguita ancora più di quanto mi senta in colpa per questo”, spiega Alicia alla parigina. Fortunatamente, il bambino non dovrebbe subire conseguenze.

Dopo l’incidente, la madre vuole far notare ai giovani genitori i rischi di un sovradosaggio di vitamina D: “Questo è il mio secondo figlio, mio ​​padre è medico, prestiamo attenzione a tutto, elenca Alicia su un integratore alimentare? è successo a noi, può succedere a chiunque”.

Google Pixel 6a: questo smartphone è davvero migliore del Nothing Phone (1)?

scegli un pokemon e ti diremo che tipo di chakra hai