in

Papa Francesco celebra la sua prima messa solenne in Canada

pubblicato martedì 26 luglio 2022 alle 20:23

Papa Francesco, in visita in Canada, martedì ha celebrato una messa solenne in uno stadio nella parte occidentale del Paese, il giorno dopo una storica richiesta di perdono per la tragedia delle scuole autoctone per autoctoni.

Circa 50.000 persone hanno partecipato al Commonwealth Stadium di Edmonton, Alberta, per la prima messa pubblica del papa sovrano dal suo arrivo domenica, secondo le autorità locali.

Poco prima delle 10:00 (16:00 GMT), al suono di tamburi e canti tradizionali indigeni, il papa 85enne è arrivato salutando la folla a bordo della sua Popemobile e si è fermato più volte a baciare e benedire i bambini, come al solito. Tra la folla molti indiani canadesi, alcuni in costume tradizionale.

Descritto come un “pellegrinaggio penitente”, questo viaggio è in gran parte dedicato a queste popolazioni indigene del Canada, segnate da decenni di una politica di assimilazione forzata.

Durante il suo sermone in spagnolo, Francesco, vestito con un’usanza ispirata all’arte indigena, ha pregato ancora per “un futuro in cui la storia di violenza e di emarginazione subita dai nostri fratelli e sorelle indigeni non si ripeta per nessuno”.

Il leader spirituale degli 1,3 miliardi di cattolici si reca quindi alle 17:00 (2300 GMT) al Lac Sainte Anne, a circa 50 miglia a ovest di Edmonton, per una celebrazione liturgica in uno dei luoghi di pellegrinaggio più importanti del Nord America.

Dalla fine del 1800, migliaia di pellegrini, per lo più dal Canada e dagli Stati Uniti, vengono ogni anno per fare il bagno e pregare in queste acque dalle proprietà curative, secondo i riti dei nativi americani.

Il 26 luglio ricorre la festa di Sant’Anna, Madre della Vergine Maria e nonna di Gesù nella tradizione cattolica, figura importante per molte comunità aborigene canadesi.

– “Guarigione” –

Lunedì il Papa aveva chiesto “perdono” ai nativi americani canadesi e riconosciuto la responsabilità di alcuni membri della Chiesa nel sistema dei collegi dove “i bambini sono stati maltrattati fisicamente e verbalmente, psicologicamente e spiritualmente”.

Le parole del Papa sovrano erano attese da anni da questi popoli – First Nations, Métis e Inuit – che oggi rappresentano il 5% della popolazione canadese.

“È un evento storico, non accadrà più nella mia vita”, ma “ci vorrà ancora molta guarigione”, ha detto all’AFP David Henderson, 70 anni, della comunità delle Prime Nazioni a Manitoba.

“Era bello, ma era un copione, non era spontaneo. Sento che avrebbe significato di più per molte persone se fosse venuto dal cuore, senza leggere un foglio di carta”, ha detto all’AFP poco prima .Caroline Bruyeri. l’inizio della messa allo stadio, vestito con una maglia arancione con la scritta “Ogni bambino conta” (“Ogni bambino conta”).


L’uomo delle Prime Nazioni del Sagkeeng Henry Swampy si è detto “deluso” dal fatto che il papa non parlasse inglese. “Quando sono andato in collegio, non mi era permesso parlare la mia lingua, dovevo parlare inglese. Avrebbe dovuto imparare a scusarsi nella nostra lingua, non è difficile dire la parola ‘scusa'”, si lamenta.

Il doloroso capitolo delle “scuole residenziali” per bambini indigeni ha causato almeno 6.000 morti tra la fine del 1800 e gli anni ’90, provocando profondi traumi per diverse generazioni.

Ad aprile, il papa si è scusato per la prima volta con il Vaticano per il ruolo della Chiesa nei 130 collegi, dove sono stati forzatamente iscritti circa 150.000 bambini.

Per molti indigeni è stata la scoperta di oltre 1.300 tombe anonime nel 2021 vicino a questi collegi che ha spinto per anni il Papa e la Chiesa a chiedere scusa.

Il viaggio del Papa, che viaggia in gran parte in sedia a rotelle a causa del dolore al ginocchio, prosegue mercoledì con una sosta di due giorni in Quebec. Prima di tornare a Roma, venerdì si recherà a Iqaluit, nell’arcipelago artico, per incontrare gli Inuit.

l’aumento dei costi di produzione “non spiega tutto”, secondo uno specialista

La Russia lascerà la ISS “dopo il 2024”