in

Piede OM – OM: Tudor in operazione di commando, bersaglio Payet e Guendouzi?

Già un colpo di calore all’OM dopo meno di un mese di presenza di Igor Tudor. Il tecnico croato e il suo metodo non sono unanimi.

I risultati delle partite preparatorie vanno ovviamente presi con le pinze, perché tutto viene subito dimenticato quando la stagione inizia davvero. Tuttavia, in un momento in cui i numeri si stanno riempiendo e i minuti permettono ai giocatori di aggiornarsi, le prestazioni delA nelle amichevoli non aiutano a portare la pace. Fa male l’ultima sconfitta, venerdì contro il Middlesbrough (2-0). Il cambio estemporaneo di allenatore di inizio mese ha messo al suo posto Igor Tudor, che dovrà fare quello che Jorge Sampaoli non avrebbe mai creduto possibile: fare bene in Champions League e tornare a podio in Ligue 1. Se il ‘ L’argentino aveva un carattere forte, ha cercato di trascinarsi dietro tutto il suo gruppo. Ovviamente Igor Tudor ha un metodo molto meno accattivante e molto più muscoloso.

L’ombra di Sampaoli ancora presente

Quindi, secondo La Provence, siamo più vicini al comportamento militare che a un allenatore vicino ai suoi giocatori. Il tono utilizzato è chiaramente spesso muscoloso e non risparmia le teste forti dello spogliatoio. Anche se significa scontrarsi con personaggi hot, e ritenuti vicini a Sampaoli, come Dimitri Payet e Mattéo Guendouzi? Questo è un problema che non può essere escluso poiché il croato sta cercando di trovare il suo posto con la forza. Per ora la stagione è solo in preparazione e tutti aggiungono acqua al vino, ma la tensione è palpabile. Lo conferma il quotidiano locale, il buon clima si può coniugare con il passato. ” Le faccine, molto presenti nel 2021-2022, sono almeno scomparse da un bunker Commandery dice La Provence, per il quale l’arrivo e poi la partenza espressa del suo vice Mauro Camoranesi resta un episodio rivelatore. Una situazione che può diventare difficile, anche se OM può contare sulla fiducia della scorsa stagione per non sprofondare troppo rapidamente in tensioni estreme. Ma per questo abbiamo bisogno di chiari segnali positivi, con l’integrazione di esordienti e prestazioni a un livello migliore rispetto alle sconfitte imbarazzanti contro squadre lontane dal livello della Champions League.

Pippa Middleton Mom: svelato il nome del suo terzo figlio

aggiornamento sulla situazione, 5 mesi dopo l’inizio dell’invasione russa