in

quale ruolo per Mukiele a Parigi?

Nordi Mukiele si unirà al PSG durante questa finestra di mercato estiva e si impegnerà nella capitale per cinque anni. Solido alla destra del Lipsia, il tricolore internazionale si ritroverà a competere con Achraf Hakimi con l’ambizione di non essere un semplice sovrano o burlone.

Colin Dagba è stato ceduto in prestito allo Strasburgo e il PSG ha iniziato a cercare un giocatore che potesse evolversi sulla corsia di destra durante la finestra di mercato estiva. Il club dell’Ile-de-France sembra aver trovato la gemma rara con Nordi Mukiele e il difensore francese lascerà molto presto il Lipsia e firmerà a Parigi per diventare la terza recluta dell’era Galtier dopo Vitinha e Hugo Ekikike.

Dopo quattro stagioni in Germania ea un anno dalla scadenza del contratto, l’ex Montpellier e Laval faranno un altro passo avanti nella sua carriera e rafforzeranno la forza lavoro di Christophe Galtier. Una bella mossa che potrebbe essere formalizzata rapidamente per un importo di circa 15 milioni di euro. Una volta reclutato dal PSG, Nordi Mukiele dovrà ancora lottare per trovare il suo posto in squadra.

>> Diretta tutte le novità della finestra di mercato

Hakimi è ancora il numero 1?

Nordi Mukiele ha lasciato il Montpellier nel 2018 e ha lasciato una buona immagine in Ligue 1. Idem quando ha lasciato il Lipsia quest’estate. In quattro stagioni sul Reno, la squadra francese si è fatta una bella reputazione. Dopo una stagione di adattamento alla RBL nel 2018-2019, esercizio trascorso in duo con Lukas Klostermann, l’internazionale tricolore (selezione nel 2021) ha poi approfittato della sostituzione nelle ceneri del tedesco per prendere il comando e titolare indiscusso in Sassonia. Dopo quattro anni in Bundesliga e circa 145 partite giocate con il Lipsia in tutte le competizioni, Nordi Mukiele affronterà ancora una volta la grande competizione a Parigi.

E non per niente sembra difficile lanciare Achraf Hakimi dalla sua corsia di destra. Il marocchino, ingaggiato all’Inter nel 2021, è costato al Parigi quasi 60 milioni di euro. Autore di un’onorevole prima stagione al PSG e non dello stesso successo della Lombardia, la squadra degli Atlas Lions sembra comunque rimanere l’opzione numero 1 di Christophe Galtier. Ma dove il suo predecessore Mauricio Pochettino era riluttante a toglierlo dalla rosa anche quando il difensore africano non brillava, il nuovo tecnico del Paris potrà lasciare Hakimi da solo senza perdere qualità a terra grazie alla presenza di Nordi Mukiele.

Un profilo più difensivo di Hakimi

Quindi ordina a Nordi Mukiele di cogliere ogni opportunità che il tecnico dell’Ile-de-France gli offrirà. Ed è chiaro che chi si iscrive per un ritorno nella regione in cui è cresciuto (è nato a Montreuil in Seine-Saint-Denis) ha grandi possibilità di giocare. Molto offensivo sulla corsia destra, e soprattutto nel 3-4-1-2 utilizzato da Christophe Galtier in preseason, Achraf Hakimi a volte sembra avere qualche guaio in campo difensivo.

E se a Nordi Mukiele non mancano le qualità tecniche e offensive, come dimostrano i suoi 10 gol e 11 assist in quattro anni al Lipsia, l’aspetto difensivo del suo gioco è uno dei suoi grandi pregi.

Il suo sforzo difensivo è fuori dubbio, così come la sua capacità di concatenare le gare. Forte nei duelli e solido nell’uno contro uno, il francese è una garanzia di sicurezza. Anche in Champions League dove ha già collezionato 23 presenze (due gol). A suo agio sia in difesa a quattro che a cinque, padroneggia perfettamente il suo posizionamento in entrambi gli schemi. Giocatore di carattere, il futuro parigino beneficia anche di un profilo più atletico rispetto al suo concorrente marocchino.

>> Il meglio della Champions League è su RMC Sport

Un grande vantaggio: la sua versatilità

Duro nei duelli e dotato di un buon gioco aereo, Nordi Mukiele a volte aiutava nella difesa centrale. Sia a Montpellier che a Lipsia (e anche a Laval comandato da Denis Zanko), il francese era in cenere con una difesa di tre o quattro. Con il nuovo sistema tattico di Christophe Galtier, il 24enne sembra capace di evolversi sia come pistone che alla destra del trio centrale. Questa versatilità è stata un plus nella mente del nuovo tecnico parigino durante la ricerca di un rinforzo difensivo.

“Il club è alla ricerca di un pistone che possa essere versatile. Per raddoppiare la posizione, oggi abbiamo Dina-Ebimbe che non è uno specialista”, ha detto Christophe Galtier durante il tour di Parigi in Giappone a proposito della voce di Mukiele. Il futuro giocatore del PSG spunta quindi tutte le scatole che l’allenatore dell’Ile-de-France spera.

In un momento in cui il PSG è alla ricerca di uscite per Abdou Diallo e in cui Christophe Galtier sta cercando di formare un gruppo affiatato, la versatilità di Nordi Mukiele gli darà la possibilità di brillare quando si tratta di sostituire Sergio Ramos o Marquinhos al centro della difesa .

E come ha fatto finora nella sua carriera, il difensore non dovrebbe avere problemi a convincere il tecnico di tutto ciò che può portare alla sua rosa. Per ricordare i bei ricordi di Didier Deschamps?

Jean Guy Lebreton Giornalista sportivo di RMC

Chi può batterci?

uno dei principali sindacati chiede sciopero mercoledì, attesi ritardi e cancellazioni