in

“Senza Laeticia Johnny sarebbe…”, confida uno degli amici più cari del rocker che non piacerà a tutti!

Daniel Angeli non è un fotografo come gli altri. Nel corso della sua carriera, quello soprannominato “re dei paparazzi” ha sviluppato una certa complicità con personalità diverse. In particolare, grazie al suo obiettivo, l’artista 78enne ha conosciuto i suoi ” migliore amico », Yves Renier, ma anche Johnny Hallyday che diventerà una delle sue materie preferite. Da oltre 15 anni il fotografo immortala la vita quotidiana del Taulier. Cliché ha condiviso nel suo lavoro in collaborazione con Bernard Pascuito “Johnny”, edito da Gründ edizioni nel 2017.

Intervistato di recente dai nostri colleghi di Gala, Daniel Angeli si è confidato nel suo incontro con il rocker. ” Era a Gstaad, dove era in vacanza con Laura e laetitia ha spiegato prima prima di continuare: L’ho visto su una terrazza, quindi sono andato da lui e gli ho chiesto: ‘Possiamo avere un appuntamento con te?’ Mi ha detto: ‘No’. Gli dico: “Perché, Johnny?” Mi ha detto: “Mi hai fatto perdere 5.000 posti a Bercy”. Stava parlando di una foto che avevo scattato l’anno prima, quando usciva da Papagayo, una discoteca guidata dalle guardie del corpo. Le due donne hanno parlato durante questo periodo. Il giorno dopo ho ricevuto una telefonata destinata a me. Era Johnny Hallyday, mi ha detto: ‘Vado a sciare stamattina, voglio che tu venga con me’. È stato quel primo appuntamento che mi ha davvero legato a lui. Poi mi ha chiesto di andare con lui a New York. Ci sono voluti vent’anni. Ma onestamente non avrei mai pensato che avrei avuto questa possibilità perché era reale Fortunatamente per me. »

“Ha bloccato l’accesso a tutte le bottiglie di alcolici”

Durante la sua intervista, il fotografo ha anche avuto modo di parlare del rapporto tra Lætitia Hallyday e l’interprete de “L’Envie”. A lui sembra ovvio che se la madre di Jade e Joy non fosse stata presente al fianco dell’artista, ci avrebbe lasciato molto prima. ” Lætitia gli ha impedito di fumare troppo, ha bloccato l’accesso a tutte le bottiglie di alcol, ecc. Senza di lei, penso che se ne sarebbe andato almeno due anni prima… Sai, sono andato a trovarlo al Cedars-Sinai Hospital di Los Angeles e posso dirti che davvero non è morto lì. “Gara riservatezza.

VB

Vedi anche:

La traduzione automatica fa un balzo in avanti con Bloom

“Essere a capo di questo evento è eccezionale!”