in

“Sì, stiamo smistando, siamo costretti a farlo”, si rammarica il capo del pronto soccorso pediatrico di un ospedale di Nizza

Dott. Philippe Babe risponde a France Bleu Azur al ministro della Salute che la scorsa settimana ha detto che “non selezioniamo i bambini in ospedale”.

Articolo scritto da

Pubblicato

Momento della lettura : 1 minuto.

Nel bel mezzo di un’epidemia di bronchiolite, il capo del pronto soccorso pediatrico dell’ospedale Lenval di Nizza lo riconosce: “Sì, facciamo lo smistamento, oggi dobbiamo farlo”, scusa dottor Philippe Babe op Francia blu azzurro. Tuttavia, il ministro della Sanità François Braun ha dichiarato quattro giorni fa che gli ospedali non smistano i pazienti. “Non lascerò che si dica che decidiamo noi chi lasciamo vivere o morire. Cerchiamo di essere molto chiari, non smistamo i bambini in ospedale”, ha assicurato in occasione del varo di un piano nazionale di emergenza per gli ospedali per rispondere alla virulenza dell’epidemia.

>>> Infografica: visualizza l’evoluzione dell’epidemia di bronchiolite

“Manteniamo solo i più gravi e mandiamo a casa i pazienti che possono aspettare e, se peggiorano, tornare in ospedale per essere ricoverati”. conferma Philippe Babe che ricorda “Fa parte del lavoro di affrontare le emergenze.” Il medico spiega che i servizi pediatrici affrontano gli stessi problemi di personale e di carenza di posti letto dei servizi che curano gli adulti.

“Con la mancanza di letti disponibili, spesso ci troviamo di fronte a tenere i bambini in barella tutta la notte mentre i letti si liberano”.

Philippe Babe, capo del pronto soccorso pediatrico dell’ospedale Lenval di Nizza

al France Bleu Azur

Le emergenze pediatriche di Lenval hanno dovuto iniziare a trasferire i piccoli pazienti in altri ospedali della zona, come quelli di Antibes o Grasse, due settimane fa.

Con 6.891 bambini che sono andati al pronto soccorso per bronchiolite nella settimana dal 31 ottobre al 6 novembre, di cui 2.337 bambini sono stati ricoverati, i numeri dell’epidemia sono i più alti. “da più di 10 anni”, secondo Public Health France.

Infertilità, un “grande problema di salute pubblica” trascurato dal governo

“Il nostro stile di vita è responsabile del 40% dei nostri tumori”, afferma il ministro della Salute François Braun