in

su cosa baserà la sua decisione il Comex della FFF?

Il FFF Comex è composto da 14 membri. Due sarebbero “membri ex officio”: Vincent Labrune, presidente della Professional Football League…

Il FFF Comex è composto da 14 membri. Si dice che due siano “membri ex officio”: Vincent Labrune, presidente della Professional Football League, e Vincent Nolorgues, presidente della Amateur Football League. Gli altri dodici sono stati eletti in una lista per quattro anni: di solito votano e votano all’unanimità.

Alla loro testa, ovviamente: Noël Le Graët, onnipotente capo della FFF dal 2011. Philippe Diallo (Vice vicepresidente), Laura Georges (Segretaria generale della FFF), Aline Riera (Tesoriere generale), Jean-Michel Aulas (Capo dell’OL), Eric Borghini (Presidente della Lega Mediterranea), Albert Gemmrich (Presidente della Grand-Est League ed ex giocatore dei Girondins), Hélène Schrub (GM dell’FC Metz), Marc Keller (Presidente dello Strasburgo ), Philippe Lafrique, Pascal Parent e Jamel Sandjack completano la tavola rotonda.

Risorse

Il parere favorevole del CNOSF e l’approvazione del piano da parte del tribunale commerciale sono ovviamente una base interessante per i Girondini, la cui sostenibilità finanziaria è ora assicurata almeno per questa stagione. Devono anche essere un club storico del calcio francese. Una Ligue 2 con il Bordeaux non ha gli stessi ritmi di una senza. “È un vantaggio, ma che tu sia un grande o un piccolo club, ci sono delle regole da seguire. Senza di ciò è rapidamente una cattiva gestione”, ha detto una fonte all’interno della FFF.

L’Ufficio legale della Federazione ha chiaramente affrontato la questione e guiderà il Comex nella sua riflessione. L’obiettivo non è creare una giurisprudenza in cui altri club potrebbero imbattersi nel futuro. Il rischio per il Bordeaux? Che i 12 membri votanti ritengano che abbia regolarizzato la sua situazione troppo tardi, ben dopo il suo appello al DNCG federale il 5 luglio. Da qui l’idea dei girondini di chiedere un “chiarimento” del loro fascicolo piuttosto che un “miglioramento”.

Dopo la conferma del declassamento amministrativo in Nazionale 1, avevano fatto una dichiarazione offensiva, se non aggressiva, alle autorità federali. rischio? “Non ce ne frega niente, non prestiamo attenzione a questo tipo di dettagli”, ci assicura boulevard de Grenelle. A cui aggiungiamo che la decisione ovviamente non avrà “nulla a che vedere” con la personalità, il passato o il metodo di lavoro di Gérard Lopez. “Siamo qui per far rispettare la regola, tutto qui”, insistiamo.

Se lo vedi sulla tua moneta da 2 euro, vale 600 euro, vedi se ne hai una!

25 giovani arrestati per Amazon che ha frodato mezzo milione di euro: la loro tecnica pazzesca