in

Test BforBank: il private banking in tasca

Il vantaggio di BforBank è l’offerta, che si rivolge sempre a un pubblico abbastanza facoltoso e si rivela ristretta: un conto corrente bancario, tre libretti di risparmio, un’offerta assicurativa sulla vita, una su borsa, mutui e consumi. Fatta eccezione per i prestiti, è possibile sottoscrivere un prodotto di risparmio senza avere un conto corrente presso la banca. D’altra parte, ai fini di questo articolo, è proprio questo conto corrente, chiamato semplicemente Conto Bancario, che studieremo.

Unicamente, offre tre carte di pagamento tra cui scegliere, Visa Classic, Visa Premier e Visa Infinite, con un’assicurazione che corrisponde al livello della carta assegnata. Si prega di notare che BforBank richiede un pagamento iniziale abbastanza elevato di € 150 all’apertura. E se la neobank non offre una carta metallica, Visa Infinite, con il suo servizio di portineria privata, il suo club e le sue più che lussuose offerte di assistenza e assicurazione, compensa ampiamente questa assenza. E anche il prezzo di questa carta (200 €/anno comunque) rimane uno dei più bassi del mercato in questa categoria. In confronto, altre carte Visa sono offerte gratuitamente, a condizione che tu effettui un minimo di tre pagamenti al trimestre. Altrimenti ti costerà 6 € a trimestre per Visa Classic o 9 € a trimestre per Visa Premier.

Nessun salvataggio al di fuori della SEPA

In pratica i prelievi sono gratuiti in tutta la zona SEPA, siano essi effettuati presso uno sportello automatico della casa madre (Crédit Agricole) o meno. BforBank non è invece la banca preferita per le transazioni internazionali. Al di fuori della zona SEPA (cioè per tutti i paesi che utilizzano una valuta diversa dall’euro), la banca addebita una commissione dell’1,95% sui pagamenti e prelievi in ​​loco. Inoltre, per i bonifici in valuta estera vengono addebitati 25€ di emissione (con cambio minimo di 17€) e per la ricezione di un bonifico in valuta estera o da un Paese al di fuori della zona SEPA vengono addebitati 10€ (esente da la zona SEPA). Non sognare, tutte queste operazioni come il trasferimento istantaneo non sono possibili online o dall’app. Devi chiamare il servizio clienti per il prezzo iniziale di € 3 per ordine di trasferimento. Solo il classico trasferimento con una media di due giornate può essere effettuato senza costi o interventi.

Anche se BforBank mostra chiaramente i propri prezzi sul proprio sito, mescolando se le operazioni più comuni sono libere dal momento in cui vengono eseguite online, per le operazioni più rare sarà necessario pagare. In particolare, qualsiasi operazione eseguita con l’ausilio del servizio clienti sarà fatturata a 3 euro, anche se la controparte online è gratuita. Incredibile, vero?

“Costo la metà di Grealish, quindi non ho la pressione”, scherza Haaland

“Quali sono le cause della partenza di Mario Draghi?”