in

tutto su andropausa, menopausa negli uomini

Gauthier Delomez
cambiato in

21:47, 8 novembre 2022

Il menopausa è ancora una fase tabù per le donne, ma anche gli uomini possono risentirne. Si chiama ilandropausa. Ospite dello spettacolo Ben fatto a te Martedì il dottor Jean-Marc Bohbot, andrologo, farà il punto su questo fenomeno biologico al microfono di Julia Vignali e Mélanie Gomez. Lo specialista in infettiologia genitale femminile e maschile dell’Institut Fournier di Parigi spiega innanzitutto che non tutti gli uomini sono necessariamente colpiti dall’andropausa.

“A differenza della menopausa, che è obbligatoria per le donne, l’andropausa non è obbligatoria per gli uomini”, ha detto di Europa 1.

Un calo dei livelli di testosterone

Il dottor Jean-Marc Bohbot aggiunge che “dall’età di 40-45 anni c’è una diminuzione dei livelli di testosterone in tutti gli uomini. Questa diminuzione è molto variabile da persona a persona, a seconda della genetica, o secondo un certo numero di patologie come come obesità, malattie del fegato, ecc”. Quando questa percentuale “raggiunge davvero una soglia molto limitata, i sintomi si manifestano”, avverte il medico, e questo è l’inizio della fase di andropausa.

I diversi sintomi dell’andropausa

In concreto, questo si manifesta “dai disturbi della libido, cioè non c’è più alcun desiderio sessuale, non c’è più l’erezione mattutina”, indica l’andrologo. Inoltre, “c’è tutto ciò che si può trovare nelle donne, cioè vampate di calore, problemi con la perdita di memoria, cambiamenti con la perdita di massa muscolare e quindi lo sviluppo del grasso della pancia”, dice. Si può anche incontrare “un aspetto più o meno depressivo associato al calo del testosterone”.

Quale trattamento per questo fenomeno?

Di fronte a questo fenomeno biologico esistono delle cure. “Se la dose di testosterone è molto bassa, possiamo integrarla con iniezioni di testosterone o un gel, così possiamo potenziarla un po'”, assicura lo specialista in infettiologia genitale nelle donne e negli uomini.

Secondo il sito specializzato rivista di salute, l’andropausa rimane un fenomeno minoritario. Colpisce circa il 2,1% degli uomini e questa statistica dipende dall’età. Sono lo 0,1% a sviluppare andropausa tra i 40 ei 49 anni e il 5,1% tra i 70 ei 79 anni.

Dormire meno di 7 ore può aumentare il rischio di sviluppare la malattia

è urgente regolamentare meglio la virologia