in

Ucraina: bombardamenti nel nord-est, la Russia riapre il rubinetto del gas – 21-07-22 11:36

I visitatori guardano i veicoli militari russi distrutti in mostra nel centro della capitale ucraina Kiev il 20 luglio 2022 (AFP/MIGUEL MEDINA)

I visitatori guardano i veicoli militari russi distrutti in mostra nel centro della capitale ucraina Kiev il 20 luglio 2022 (AFP/MIGUEL MEDINA)

Giovedì le forze russe che minacciavano di espandere la loro offensiva in Ucraina hanno bombardato Kharkiv (nordest), uccidendo almeno due persone, mentre Mosca ha riaperto il rubinetto del gas in Europa riavviando il gasdotto Nord Stream.

Due persone sono rimaste uccise e altre 19 sono rimaste ferite, quattro gravemente, nel bombardamento di Kharkov, la seconda città più grande dell’Ucraina, che era stata bombardata per settimane dall’esercito russo, ha detto a Telegram il governatore regionale Oleg Synegoubov. Tre persone erano morte lì il giorno prima, incluso un adolescente alla fermata dell’autobus.

Mentre i bombardamenti continuano nel nord-est, nell’est e nel sud, giovedì Human Rights Watch ha accusato sia l’esercito russo che le forze armate ucraine di mettere in pericolo i civili “inutilmente” posizionando truppe nel cuore di aree popolate, come un seminterrato di una scuola o una farmacia .

Il capo della diplomazia russa Sergei Lavrov ha dichiarato mercoledì che gli obiettivi della Russia non sono più limitati all’Ucraina orientale, ma coprono anche “altre aree” e potrebbero ancora espandersi.

Nell’ambito dell’attacco all’Ucraina del 24 febbraio, la Russia ha rapidamente raggiunto le porte di Kiev, non riuscendo a conquistare la capitale. A fine marzo, ha affermato di volersi concentrare sul bacino del Donbass, un’area mineraria orientale parzialmente controllata dai separatisti filo-russi dal 2014.

– “I russi vogliono il sangue” –

L’Ucraina, da parte sua, ha continuato a chiedere più armi e sanzioni contro Mosca. “I russi vogliono il sangue, non i negoziati. Invito tutti i partner a rafforzare le sanzioni contro la Russia e ad accelerare le consegne di armi all’Ucraina”, ha scritto il capo della diplomazia ucraina Dmytro Kouleba.

La First Lady ucraina Olena Zelenska, dal canto suo, ha rivolto un vivace appello al Congresso degli Stati Uniti durante una visita negli Stati Uniti: “Vi chiedo più armi (…) per proteggere le case di tutti e il diritto di svegliarsi vivi in queste case”, ha detto.

Mappa della situazione in Ucraina il 20 luglio alle 7:00 GMT (AFP /)

Mappa della situazione in Ucraina il 20 luglio alle 7:00 GMT (AFP /)

L’esercito russo è avanzato nel Donbass nelle ultime settimane, in particolare rompendo le doppie chiuse di Severodonetsk e Lysychansk, due città nella regione di Lugansk, che hanno aperto la strada a un tentativo di avanzare verso le città di Kramatorsk e da Sloviansk, più a ovest nella regione di Donetsk.

Pesanti combattimenti continuano in questa regione, con Kiev che fa affidamento sulle recenti consegne di pezzi di artiglieria occidentale con un raggio più lungo rispetto all’inizio del conflitto.

Un membro della famiglia si inginocchia davanti al corpo di un adolescente ucciso da un attacco missilistico russo a una fermata dell'autobus a Saltivka, vicino a Kharkov, un distretto settentrionale della seconda città ucraina di Kharkov, il 20 luglio 2022 (AFP/SERGEY BOBOK)

Un membro della famiglia si inginocchia davanti al corpo di un adolescente ucciso da un attacco missilistico russo a una fermata dell’autobus a Saltivka, vicino a Kharkov, un distretto settentrionale della seconda città ucraina di Kharkov, il 20 luglio 2022 (AFP/SERGEY BOBOK)

– sollievo europeo –

Sul fronte energetico, giovedì l’Europa è stata sollevata dalla decisione di Mosca di riaprire le valvole del gasdotto Nord Stream, che rifornisce principalmente la Germania, dopo un’interruzione di manutenzione, secondo Mosca.

Questo gasdotto, simbolo della dipendenza della Germania dalle materie prime russe, è al centro del confronto geopolitico tra Europa e Russia.

“Funziona”, ha detto all’AFP un portavoce della società Nord Stream in merito al gasdotto giovedì mattina.

La First Lady ucraina Olena Zelenska davanti al Congresso degli Stati Uniti il ​​20 luglio 2022 (POOL/SAUL LOEB)

La First Lady ucraina Olena Zelenska davanti al Congresso degli Stati Uniti il ​​20 luglio 2022 (POOL/SAUL LOEB)

I primi dati dell’operatore di rete tedesco Gascade mostrano che la potenza è identica a quella prima della manutenzione, circa il 40% della capacità.

Tuttavia, la Russia ha nelle sue mani questa “arma” da cui dipende la sicurezza energetica dell’UE questo inverno.

La Commissione europea sta inoltre preparando la mente delle persone alla carenza di gas che potrebbe rallentare l’attività economica e causare problemi di riscaldamento in inverno.

Ma il piano europeo non è unanime. Il governo spagnolo si è detto contrario alla riduzione dei consumi di gas auspicata da Bruxelles di almeno il 15% per tutti gli Stati membri dell’Unione europea, e ritiene che tale misura non sia né “equa” né “efficace”.

Questo piano sarà discusso in un Consiglio europeo il 26 luglio.

– Battuta d’arresto diplomatico per Kiev –

Veduta di un centro commerciale distrutto nella città di Kherson, Ucraina, 20 luglio 2022 (AFP/STRINGER)

Veduta di un centro commerciale distrutto nella città di Kherson, Ucraina, 20 luglio 2022 (AFP/STRINGER)

L’Ucraina, la cui economia è crollata dall’inizio dell’invasione russa, ha a sua volta annunciato giovedì la svalutazione del 25% della sua valuta nazionale, la grivna, rispetto al dollaro.

“Tale misura rafforzerà la competitività dei produttori ucraini” e “sosterrà la stabilità dell’economia in tempo di guerra”, ha affermato la banca centrale in una nota.

La Turchia ha annunciato che un accordo sulle esportazioni di grano dell’Ucraina, che saranno bloccate nei porti del Paese, potrebbe essere possibile “nei prossimi giorni” se l’Occidente soddisferà la richiesta della Russia di revocare le sanzioni.

A livello diplomatico, il capo di stato ucraino ha subito una battuta d’arresto con il rifiuto del blocco economico sudamericano Mercosur, composto da Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay, di permettergli di pronunciare un discorso al suo vertice dei capi di stato su Giovedì.

Tutte le decisioni del blocco economico sono prese all’unanimità. Il nome dello stato o degli stati che si sono opposti all’intervento del presidente ucraino non è stato reso noto.

Sulla scia dello scoppio della guerra, Brasile e Argentina hanno rifiutato di sostenere una dichiarazione dell’Organizzazione degli Stati americani (OAS) che condanna l’invasione russa dell’Ucraina.

Stellantis lancia un’offerta di noleggio a lungo termine a 150 euro al mese

Il francobollo rosso di La Poste scompare