in

Un gigantesco incendio si diffonde a tutta velocità in California

Da venerdì l’incendio ha coperto circa 6.800 ettari di vegetazione. È alimentato da alberi morti e arbusti secchi in questa regione soggetta a siccità cronica.

Più di 2.500 vigili del fuoco hanno combattuto le fiamme di un fuochi d’artificio”esplosivo» che ha continuato a diffondersi a un ritmo sempre crescentemolto velocenelle boscose colline della California centrale, vicino al famoso Parco Nazionale di Yosemite.

Il fuoco, chiamato “Fuoco di querciaha detto venerdì vicino alla cittadina di Midpines e, secondo l’ultimo rapporto disponibile, aveva già percorso circa 6.800 acri di vegetazione entro lunedì mattina. È già diventato il più grande incendio della stagione della California “,si muove molto velocemente e la finestra di risposta per evacuare le persone è limitataha dichiarato sulla collana della CNN Jon Heggie, un responsabile dei soldati dei vigili del fuoco della California.

VEDI ANCHE – Ondata di caldo: “Le condizioni sono ottimali per l’accensione del fuoco”, spiega Tristan Vey

Megafuoco»

Secondo l’esperto, la velocità di progressione e il comportamento di questo incendio sono “davvero senza precedenti“.”Le fiamme sono arrivate fino a 30 metri di altezzaDavid Lee, un evacuato, ha assicurato al quotidiano Santa Cruz Sentinel. Il 55enne è stata una delle prime persone ad essere evacuata venerdì e si ritiene che abbia avvolto la sua casa nell’incendio. “È andato dritto per noi. Questo fuoco è di gran lunga il più veloce che abbia mai vistoha aggiunto David Lee.

Una foresta viene bruciata dall’Oak Fire vicino a Midpines, a nord-est di Mariposa, in California, il 23 luglio 2022. DAVID MCNEW / AFP

il “Fuoco di querciaè stato contenuto solo al 10% lunedì dopo aver distrutto una dozzina di edifici, ma i servizi di emergenza temono che il bilancio aumenti presto. L’incendio minaccia diverse migliaia di case in piccoli centri rurali della contea di Mariposa, ai piedi della Sierra Nevada, dove diverse migliaia di persone restano sotto ordine di evacuazione.

L’incendio, descritto come “mega fuoco» di Jon Heggie, è alimentato principalmente dagli alberi morti e dagli arbusti appassiti in questa regione che, come la maggior parte della California, è soggetta a siccità cronica. “Questa è una diretta conseguenza del cambiamento climatico“, ha stimato il capo dei vigili del fuoco. “Non puoi avere una siccità di dieci anni in California e aspettarti che le cose non cambino.»

Siccità cronica e ondate di caldo

il parco di Yosemite, uno dei più famosi al mondo, è stato colpito da un incendio a metà luglio, le cui fiamme hanno minacciato le sequoie giganti. Questi alberi sono stati generalmente preservati per diversi millenni, in particolare grazie agli incendi controllati effettuati in questi boschetti per decenni per ridurre il carburante sul terreno. Dichiarato il 7 luglio, l’incendio in questione non è stato completamente estinto entro lunedì.

Il West americano ha già sperimentato negli ultimi anni incendi di dimensioni e intensità eccezionali, con un’estensione molto marcata della stagione degli incendi, fenomeno che gli scienziati attribuiscono principalmente al cambiamento climatico. io”Fuoco di querciaè una delle manifestazioni più drammatiche dell’ondata di caldo che ha colpito gli Stati Uniti questo fine settimana. Le temperature vicino al fuoco dovrebbero salire fino a 37°C lunedì.

Il veloce Oak Fire brucia fuori dal Parco Nazionale di Yosemite. JUSTIN SULLIVAN/AFP

Temperature simili o addirittura superiori erano ancora previste negli Stati Uniti centrali (Oklahoma, Kansas, Arkansas) e anche la costa nord-occidentale generalmente fresca e molto umida del paese non è stata risparmiata. I servizi meteorologici hanno emesso un avviso di calore elevato a Seattle questa settimana e martedì potrebbero essere battuti record lì. La città è così poco abituata al riscaldamento che molte case non hanno l’aria condizionata, una rarità negli Stati Uniti.

La regione ha registrato un picco storico di caldo nel giugno 2021, con temperature che hanno raggiunto i 47°C in alcune zone degli Stati Uniti nord-occidentali e del vicino Canada. Le autorità stimano che centinaia di persone siano morte a causa di questa ondata di caldo senza precedenti nella zona.

Quali aeroporti europei hanno i ritardi più lunghi quest’estate? – Edizione serale Ouest-France

GoPro: qual è la differenza tra le action cam e quale versione scegliere?