in

Vaccini anti-Covid: allerta rossa!

Nuovi studi mettono seriamente in discussione i vaccini anti-Covid, come ha rivelato qui Jean-Marc Sabatier, tra i timori di un “disastro sanitario senza precedenti”. La polizia neozelandese ha in programma di avviare un’indagine sui danni al vaccino.

I pericoli delle iniezioni ripetute (UnLimPhotos)
I pericoli delle iniezioni ripetute (UnLimPhotos)

Gli studi si susseguono e sono simili. In un articolo pubblicato da I tempi dell’epocaafferma l’epidemiologo e ricercatore Dr. Paul Alexander che le iniezioni anti-Covid possono danneggiare il sistema immunitario innato dei bambini piccoli. Spiega che “gli esseri umani nascono con un sistema immunitario innato, la prima linea di difesa del corpo contro i numerosi agenti patogeni che incontra. Ed è l’esposizione a germi e sostanze estranee che allenano il sistema immunitario innato a funzionare. »
Le cellule del sistema immunitario innato sono in qualche modo “allenate” dall’esposizione a un agente patogeno. Ma “questa formazione può essere interrotta quando i bambini ricevono iniezioni di RNA messaggero in base al ceppo virale iniziale. Questo perché gli anticorpi del vaccino prendono di mira la proteina Spike in modo molto specifico e impediscono agli anticorpi innati di svolgere il loro lavoro. Questo può tradursi in una malattia autoimmune, “il sistema immunitario attacca il corpo”.

Bambini vaccinati più esposti al Covid

Quindi, senza essere vaccinati, i bambini sani possono neutralizzare ed eliminare il virus per prevenire l’infezione, la replicazione e la trasmissione, aggiunge il dott. Alessandro. Questo è il motivo per cui i bambini di solito non mostrano sintomi lievi o assenti, specialmente contro la variante dominante di Omicron negli Stati Uniti e in altri paesi.
Tuttavia, osserva il dott. Alexander su: “Le autorità sanitarie statunitensi raccomandano vivamente la vaccinazione dei bambini a partire dai 6 mesi di età, sebbene la Food and Drug Administration (FDA) e i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) riconoscano, secondo i propri dati, che i bambini vaccinati rischiano di essere infettati da Covid-19.

“Un vantaggio negativo”

Il professor Harvey Risch, professore emerito di epidemiologia alla Yale School of Public Health di New York, conferma che “gli anticorpi attivati ​​dai vaccini anti-Covid 19 interferire con il sistema immunitario poiché le varianti di SARS-CoV-2 si susseguono” I vaccini sono progettati sulla base della proteina Spike del virus originario, che è mutata dall’inizio della pandemia. “I vaccini producono solo un numero molto limitato di anticorpi contro la proteina Spike”, dice. “Quando la proteina Spike cambia con i nuovi ceppi del virus, la capacità del sistema immunitario di produrre anticorpi corrispondenti ai nuovi ceppi si riduce a tal punto che l’efficacia del sistema per lunghi periodi può rivelarsi quasi nulla (.. .) Ciò significa che diventano anticorpi dirompenti, invece di neutralizzare gli anticorpi Il professor Risch continua. “Penso che sia per questo che abbiamo visto il cosiddetto beneficio negativo – efficacia negativa del vaccino per un periodo di tempo più lungo – quattro, sei-otto mesi dopo l’ultima dose di vaccino, puoi vedere il beneficio di i vaccini diventano negativi”.

Il coraggio dei medici in Nuova Zelanda

La convergenza e la moltiplicazione di questi studi sul ruolo dannoso dei vaccini sollevano interrogativi per molti operatori sanitari. Questo è il caso in Nuova Zelanda dove molti medici hanno inviato una lettera ufficiale alla polizia chiedere un’indagine sui decessi da vaccino.
“Il numero di morti e feriti causati dai vaccini Covid-19 è incredibilmente alto, da solo e rispetto a qualsiasi altro trattamento o vaccino dei tempi moderni”, sottolineano i medici neozelandesi (NZDSOS) in un comunicato stampa.
“Riportiamo molti casi che RICHIEDONO una buona indagine, come con qualsiasi farmaco che non ha studi sulla sicurezza. I nostri sistemi di sorveglianza sono stati chiusi per nascondere l’entità del danno. La segnalazione degli effetti collaterali NON È NECESSARIA e questo fatto da solo mina qualsiasi tentativo di presentare le iniezioni come sicure. »
I medici ribelli hanno aggiunto: “I bambini e i giovani muoiono principalmente e soffrono di danni cardiaci (sebbene siano morti anche molti anziani sani), mentre il loro rischio di covid-19 è particolarmente basso. Pensiamo che ci stiano mentendo. »
La lettera è accompagnata da un elenco di numerosi casi.
In conclusione, i medici chiamano “ancora una volta la polizia, guidata da Andrew Coster, e i nostri parlamentari, a intervenire a protezione della popolazione”.
Quando ci sarà un’iniziativa del genere da parte di medici francesi ed europei?

Jean-Marc Sabatier*: “Un disturbo permanente del sistema immunitario”

Jean Marc Sabatier (DR)
Jean Marc Sabatier (DR)

Jean-Marc Sabatier non è sorpreso da questi studi, lui che, il primo, in infodujour.fr avvertito della disregolazione permanente del sistema immunitario associata ai vaccini. Riassumiamo.
“Volevo tornare sul fatto che tutti questi ricordi portano a disfunzioni dell’immunità innata e, di conseguenza, dell’immunità adattativa/acquisita, ovvero la disregolazione generale del sistema immunitario. Il lavoro scientifico mostra che la proteina Spike, o l’iniezione ripetuta e massiccia di un antigene del vaccino, può portare a un’interruzione permanente del sistema immunitario. Ciò suggerisce che le cellule immunitarie innate non possono più svolgere correttamente il loro lavoro. E questo può portare a malattie autoimmuni. Se vengono somministrate più e massicce iniezioni dello stesso vaccino, si verificherà un’inevitabile disfunzione dell’immunità innata, con possibile comparsa di malattie autoimmuni o loro esacerbazione, anche tumori, disturbi neurologici e altre patologie. »

La proteina Spike interrompe il RAS

“Già, un articolo pubblicato nel 2009 suggeriva che indipendentemente dall’antigene, se venivano somministrati troppi booster (cioè se uno satura/sopraffa il sistema immunitario), l’immunità innata sarà inevitabilmente interrottaportando allo sviluppo di malattie autoimmuni.
Inoltre, nel caso del SARS-CoV-2, per vaccinare utilizzeremo un sistema biologico che produrrà la proteina Spike (mRNA, vettore virale), oppure inietterà direttamente la proteina Spike (virus inattivato, proteina Spike ricombinante). Questa proteina spike interrompe il sistema renina-angiotensina (RAS) che regola l’immunità innata. Quindi c’è un doppio effetto. Da un lato, il sistema immunitario si satura perché viene superata la soglia di tolleranza/critica auto-organizzata del sistema, che può causare malattie autoimmuni. Inoltre, la proteina Spike interromperà questa immunità innata, poiché agisce direttamente sul RAS che regola l’immunità innata.

Una catastrofe sanitaria in arrivo

Personalmente, temo che ci stiamo dirigendo verso un disastro sanitario senza precedenti se la politica di richiami multipli di vaccini quasi obsoleti e pericolosi (data la tossicità dimostrata della proteina Spike del vaccino) continua. Poiché le autorità sembrano muoversi verso regolari solleciti, presto ci troveremo in una situazione critica. Pertanto, il problema non saranno più le manifestazioni di facilitazione dell’infezione virale (ADE/ERD), ma potrebbe benissimo essere l’innesco di malattie autoimmuni, tumori e altre patologie. Devi davvero ricordare che la proteina Spike sovraattiva il sistema renina-angiotensina, che cambierà immunità innata e che l’ARS, che è coinvolta in molte importanti vie metaboliche, è direttamente all’origine (quando è iperattiva) di trombosi, coagulopatie, miocarditi, pericarditi, disturbi mestruali, ecc. Questi ultimi sono infatti malattie da Covid-19 che sono causati da un’infezione naturale con il virus SARS-CoV-2 o sono causati direttamente dalla proteina Spike del vaccino. »

*Jean-Marc Sabatier è Direttore della Ricerca presso il CNRS e ha un dottorato di ricerca in Biologia cellulare e microbiologia. Editor-in-chief di riviste scientifiche internazionali: “Coronavirus” e “Infectious Disorders – Drug Targets”. Parla qui a suo nome.

Vaccinare i bambini: l’opinione di uno scienziato

Epatite acuta nei bambini: sulle tracce del Covid-19

Altri studi:

Il sistema renina-angiotensina

SARS-CoV-2 e Covid-19

Tolone. Questa azienda effettua un ottimo ordine con Airbus per aeromobili dal design unico

Chi può batterci?